Regione, iniziative "salva mutuo" sulla prima casa

Sono in vigore tre iniziative della regione per chi ha bisogno di aiuto per pagare il mutuo sulla casa. Ecco tutti i dettagli

Formigoni e Zambetti presentano le iniziative "salva mutuo"

Buone notizie, almeno si spera, per chi ha bisogno di accendere un mutuo per comprare una casa. Sono tre le iniziative messe in campo dalla regione, in collaborazione con le banche. Sono state presentate martedì al Pirellone e - secondo l'assessore Zambetti - ne beneficeranno oltre 40mila famiglie. Vediamole una per una.

MENO 2 PUNTI DI TASSO - La prima iniziativa, destinata alle giovani coppie (under 36 alla presentazione della domanda) che intendono acquistare la prima casa, prevede l'abbattimento di 2 punti del tasso d'interesse, grazie a uno stanziamento regionale di 5 milioni di euro. La coppia deve aver contratto matrimonio tra l'1 giugno 2012 e il 30 maggio 2013: stesso periodo (fino al 31 maggio 2013) per stipulare il mutuo, che deve durare almeno vent'anni e valere almeno il 50% del valore dell'alloggio. Alloggio che non può costare più di 280mila euro. I beneficiari poi devono avere un Isee non superioire a 35mila euro.

"VENDO E RICOMPRO" - Questa misura è stata concordata con Unicredit: chi si trova in un momento di difficoltà può vendere il proprio alloggio alla società di Unicredit che gestisce immobili e così saldare il debito residuo coi proventi della vendita. Contemporaneamente stipula un affitto a canone agevolato e - una volta superata la difficoltà - potrà ricomprare l'appartamento. Se entro il quinto anno, a un prezzo uguale a quello di cessione (più gli oneri dell'acquisto). Dopo il quinto anno, a un valore determinato da una perizia. Questo fino all'ottavo anno.

"SOSPENDO E RIMODULO" - Questa misura, concordata con Intesa San Paolo, prevede la sopsensione (per massimo 12 mesi) delle rate e la rimodulazione della durata fino a ulteriori dieci anni, purché la durata complessiva non superi i 40 anni. L'età di chi ha sottoscritto il mutuo non può essere superiore a 75 anni alla scadenza della nuova durata. Le richieste sono presentabili da subito e fino al 31 gennaio 2013, gli eventi negativi devono essersi verificati dal 1 giugno 2012 a fine 2012 e comprovate (attestando il reddito annuo). Tra gli eventi negativi previsti, la morte e la perdita del lavoro. Il reddito imponibile annuo non dev'essere superiore a 40mila euro. Ma attenzione: l'immobile deve avere un valore originario non superiore a 150mila euro, il mutuo non inferiore a cinque anni e non superiore all'80% del valore della casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento