Cinque assunzioni per lavoratori in comune a Seregno: il Bando dei "Buoni Lavoro"

Stanziato un fondo di 34mila euro per il sostegno all'occupazione. E' il secondo bando nel comune brianzolo

Un fondo di 34mila euro per cinque assunzioni.

Il comune di Seregno in prima linea per sostenere l’occupazione e offrire ai propri cittadini una soluzione per agevolare chi si trova in situazioni di difficoltà. È stato pubblicato mercoledì 28 dicembre un nuovo bando dei «Buoni Lavoro», promosso dall’Assessorato alle Politiche sociali, che stanzia un fondo di 34 mila euro per cinque assunzioni in tre categorie: #cittàcurata e #ufficiefficienti con finalità di sostegno al reddito e #jobgiovani diretto agli under 35 senza lavoro.

Questo secondo bando punta a offrire un aiuto concreto ai cittadini in difficoltà, dopo quello di settembre con cui erano stati selezionati 10 lavoratori che hanno concluso la propria esperienza a dicembre.

Per l'iniziativa #cittàcurata è previsto l'inserimento di una persona, per un totale di 432 ore, che svolgerà interventi di manutenzione ordinaria su strade ed edifici pubblici, mentre per la categoria #ufficiefficienti saranno tre i lavoratori assunti, per complessive 750 ore, che si occuperanno di compiti amministrativi all'interno degli uffici comunali nelle aree delle politiche economiche, educative, sociali e sportive. Queste due azioni prevedono, come soglie di accesso, un ISEE, l'Indicatore della Situazione Economia Equivalente, non superiore a 25 mila euro, un'età compresa tra i 18 e i 55 anni, lo stato di disoccupazione o inoccupazione e la residenza a Seregno da almeno cinque anni. La terza categoria, #jobgiovani, per i giovani con meno di 35 anni, non prevede un reddito minimo ISEE. In questo caso sarà una la persona selezionata a supporto dei servizi di tutela del patrimonio culturale.

«È un aiuto a chi fatica a entrare, o rientrare, nel mondo del lavoro, con priorità per le famiglie che si trovano in situazione di difficoltà economica, spiega l’assessore alle Politiche sociali Ilaria Anna Cerqua. Manteniamo comunque l’attenzione verso la disoccupazione giovanile, che sfiora il 40 per cento su base nazionale». Le domande dovranno essere presentate entro sabato 14 gennaio. Sulla base dei punteggi attribuiti a ciascun candidato, sarà formata una graduatoria di chi sarà ammesso al colloquio per accertare le competenze e le capacità necessarie allo svolgimento dell'attività richiesta. I neo assunti saranno impegnati per circa 30 ore settimanali da gennaio a giugno.

I «buoni» hanno un valore nominale di 10 euro l'ora e comprendono la retribuzione e la contribuzione previdenziale e assicurativa, per un valore netto di 7,50 euro che va al prestatore e 2,50 euro agli istituti previdenziali e assicurativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento