Regione Lombardia assume, ecco 194 nuovi lavoratori: profili richiesti e come partecipare

Concorsi per 194 nuovi lavoratori al Pirellone. Ecco tutti i dettagli per partecipare al concorso

Piazza città di Lombardia

Regione Lombardia assume. Nei giorni scorsi, infatti, il Pirellone ha pubblicato un bando per l'assunzione di 194 nuovi lavoratori, che saranno destinati alla sede meneghina e a tutte le altre sedi sul territorio. 

Qui per scaricare il bando completo con i concorsi 

Si cercano "35 lavoratori di categoria D, specialista area amministrativa" - che saranno assunti con un contratto di 24 mesi -, 31 "specialisti area tecnica categoria D", 58 "assistenti area tecnica categoria C" e 70 "assistenti area amministrativa, categoria C", che saranno tutti inseriti in organico con contratto a tempo pieno e indeterminato. 

Ecco tutti i dettagli riportati nei concorsi ufficiali sui vari profili ricercati, sulle competenze necessarie e sulle modalità di partecipazione al bando, con le informazioni sulle relative prove d'esame. 

Specialista area amministrativa
Specialista area tecnica
Assistente area tecnica
Assistente area amministrativa
Come e quando inviare le domanda

Specialista area amministrativa

"La selezione - si legge nel bando - mira ad individuare n. 35 unità da assumere con contratto di formazione e lavoro1 della durata di 24 mesi, nella categoria professionale D - profilo professionale specialista area amministrativa ed è mirato pertanto all’acquisizione di professionalità elevata e prevede una formazione per complessive n. 130 ore da effettuarsi in sostituzione dell’attività lavorativa secondo il programma definito nel progetto formativo approvato dalla Commissione regionale per le politiche del lavoro e della formazione".

I candidati selezionati saranno chiamati a dare apporto qualificato in tutti gli uffici dell’organizzazione in ambiti di attività caratterizzati da:

- contenuto di tipo tecnico gestionale o direttivo con responsabilità di risultati relativi ad importanti e diversi processi produttivi/amministrativi;
- elevata complessità dei problemi da affrontare basata su modelli teorici non immediatamente utilizzabili ed elevata ampiezza delle soluzioni possibili;
- relazioni organizzative interne di natura negoziale e complessa, gestite anche tra unità organizzative diverse da quella di appartenenza, relazioni esterne (con altre istituzioni) di tipo diretto anche con rappresentanza istituzionale, relazioni con gli utenti di natura diretta, anche complesse, e negoziale;
- attività finalizzata all’attuazione di progetti operativi complessi e atti di programmazione;
- istruttoria di atti e provvedimenti amministrativi;
- rendicontazione, verbalizzazione e formalizzazione dei lavori di organi collegiali;
- attività di staff riferibile a posizioni dirigenziali di primaria importanza o nell’ambito di unità organizzative complesse;
- raccolta, elaborazione e diffusione dei dati o delle informazioni riferibili alla struttura di appartenenza;
- utilizzo di sistemi operativi e di programmi informatici per operazioni di aggiornamento dati, di integrazione e di elaborazione testi;
- utilizzo di pacchetti operativi nei linguaggi di uso corrente: Office365, Outlook e analoghi, anche servendosi di manuali in lingua inglese;
- altre connesse e/o assimilabili per capacità professionali, conoscenze preliminari ed esperienze in relazione alle specifiche posizioni di lavoro;
- responsabilità dell'attività direttamente svolta, delle istruzioni impartite, nonché del conseguimento degli obiettivi assegnati.

I candidati dovranno essere cittadini italiani laureati tra i 18 e i 32 anni. Le prove d'esame consistono in una prova scritta sotto forma di test a risposta multipla e in colloqui e sono finalizzate a verificare l’attitudine all’apprendimento e le rispettive conoscenze e attitudini in relazione alle professionalità per le quali verranno indette le selezioni.

Specialista area tecnica 

I candidati selezionati saranno chiamati a dare apporto qualificato in tutti gli uffici dell’organizzazione in ambiti di attività caratterizzati da:
- Elevate conoscenze pluri-specialistiche (la base teorica di conoscenze è acquisibile con la laurea breve o il diploma di laurea) ed un grado di esperienza pluriennale, con frequente necessità di aggiornamento;
- contenuto di tipo tecnico gestionale o direttivo con responsabilità di risultati relativi ad importanti e diversi processi produttivi/amministrativi;
- elevata complessità dei problemi da affrontare basata su modelli teorici non immediatamente utilizzabili ed elevata ampiezza delle soluzioni possibili;
- relazioni organizzative interne di natura negoziale e complessa, gestite anche tra unità organizzative diverse da quella di appartenenza, relazioni esterne (con altre istituzioni) di tipo diretto anche con rappresentanza istituzionale, relazioni con gli utenti di natura diretta, anche complesse, e negoziale;
- attività finalizzata all’attuazione di progetti operativi complessi e atti di programmazione;
- istruttoria di atti e interventi amministrativi, anche in via sostitutiva, in materia urbanistica,
territoriale, ambientale;
- istruttoria di tipo tecnico-amministrativo per interventi di erogazione di contributi e sovvenzioni,
nonché per interventi di tipo sanzionatorio;
- istruttoria di tipo tecnico-amministrativo per interventi a supporto della pianificazione e programmazione dei trasporti, della viabilità e del territorio;
- istruttoria connessa alla definizione di strumenti di concertazione tra soggetti pubblici;
- studi e ricerche in materia di assetto territoriale, compresi gli aspetti idrogeologici e
geomorfologici;
- attività di supporto per l’attivazione di procedure tese alla difesa dell’ambiente, degli ecosistemi
e degli habitat faunistici;
- studi e ricerche nel campo delle applicazioni tecnologiche riferite ai settori di intervento
regionale;
- raccolta, studi ed elaborazione dei dati e delle informazioni per interventi di viabilità, idrauliche,
igienico portuali, elettriche;
- redazione cartografica;
- studi, ricerche, istruttorie a supporto della pianificazione dei trasporti e della viabilità;
- altre connesse e/o assimilabili per capacità professionali, conoscenze preliminari ed esperienze
in relazione alle specifiche posizioni di lavoro.

I candidati, che dovranno essere cittadini italiani ma senza limiti di età, devono essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio, secondo la classificazione del Miur:
• Diploma di Laurea in Architettura o in Ingegneria Civile o Ingegneria Edile o Ingegneria Edile- Architettura o Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio o Pianificazione Territoriale, urbanistica e ambientale (vecchio ordinamento);
• Laurea Triennale DM 509/1999 classe 4 (Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile), classe 7 (Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale) e classe 8 (Ingegneria Civile e Ambientale);
• Laurea Triennale D.M. 270/2004 classe L-17 (Scienze dell’Architettura), classe L-23 (Scienze e Tecniche dell’Edilizia), classe L-21 (Scienze della Pianificazione Territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale) e classe L-7 (Ingegneria Civile e Ambientale);
• Laurea Specialistica D.M. 509/1999, classe 4/S (Architettura e Ingegneria Edile), classe 28/S (Ingegneria Civile), classe 38/S (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe 54/S (Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale);
• Laurea Magistrale D.M. 270/2004 classe LM-4 (Architettura e ingegneria edile-architettura), classe LM-23 (Ingegneria Civile), classe LM-24 (Ingegneria dei sistemi edilizi), classe LM-26 (Ingegneria della Sicurezza), classe LM-35 (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe LM-48 (Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale).
Sono fatte salve le equipollenze e le equiparazioni fra titoli accademici italiani, ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi, previste dalla vigente normativa1.

Le prove d'esame consistono in una prova scritta (sotto forma di quesiti a risposta sintetica e/o predeterminata e/o svolgimento di un elaborato) ed una prova orale.

Assistente area tecnica

I candidati selezionati saranno chiamati a dare apporto qualificato in tutti gli uffici dell’organizzazione in ambiti di attività caratterizzati da:
- approfondite conoscenze mono specialistiche (la base teorica di conoscenze è acquisibile con la scuola superiore) e un grado di esperienza pluriennale, con necessità di aggiornamento;
- contenuto di concetto con responsabilità di risultati relativi a specifici processi produttivi/amministrativi;
- media complessità dei problemi da affrontare basata su modelli esterni predefiniti e significativa ampiezza delle soluzioni possibili;
- relazioni organizzative interne anche di natura negoziale ed anche con posizioni organizzative al di fuori delle unità organizzative di appartenenza, relazioni esterne (con altre istituzioni) anche di tipo diretto;
- relazioni con gli utenti di natura diretta, anche complesse, e negoziale;
- tecniche nel campo ecologico e della difesa del territorio;
- tecniche nel campo igienico sanitario compreso l'uso di specifica strumentazione;
- tecniche nel campo edile idraulico, della viabilità e trasporti e della pianificazione del territorio;
- elaborazione di stime e progetti;
- sviluppo e trasposizione grafica dei progetti inerenti le materie di competenza della posizione di lavoro, anche servendosi di strumentazione informatica;
- nel campo forestale;
- assistenza tecnica alle aziende agricole;
- raccolta ed elaborazione di dati riguardanti la gestione delle aziende regionali e i loro piani di sviluppo;
- sviluppo delle incombenze amministrative e contabili connesse alle attività sopra indicate anche servendosi di strumentazione informatica;
- conservazione e codifica dei dati in uso anche servendosi di strumentazione informatica;
- altre connesse e/o assimilabili per capacità professionali, conoscenze preliminari ed esperienze in relazione alle specifiche posizioni di lavoro.

I candidati, che dovranno essere cittadini italiani ma senza limiti di età, devono essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
• Diploma di Tecnico Costruzioni, ambiente e territorio (Decreto del Presidente della repubblica 88 del 2010);
• Diploma di Geometra (articolo 1, Legge 75 del 7 marzo 1985).
Possono altresì partecipare i candidati non in possesso dei Diplomi di cui sopra (Tecnico Costruzioni e Territorio e Geometra) qualora siano in possesso di uno dei sottoelencati titoli di studio:
• Diploma Universitario triennale in Edilizia o Ingegneria delle Infrastrutture o Sistemi Informativi Territoriali;
• Diploma di Laurea in Architettura o in Ingegneria Civile o Ingegneria Edile o Ingegneria Edile-Architettura o Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio o Pianificazione Territoriale, urbanistica e ambientale (vecchio ordinamento);
• Laurea Triennale DM 509/1999 classe 4 (Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile), classe 7 (Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale) e classe 8 (Ingegneria Civile e Ambientale);
• Laurea Triennale D.M. 270/2004 classe L-17 (Scienze dell’Architettura), classe L-23 (Scienze e Tecniche dell’Edilizia), classe L-21 (Scienze della Pianificazione Territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale) e classe L-7 (Ingegneria Civile e Ambientale);
• Laurea Specialistica D.M. 509/1999, classe 4/S (Architettura e Ingegneria Edile), classe 28/S (Ingegneria Civile), classe 38/S (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe 54/S (Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale);
• Laurea Magistrale D.M. 270/2004 classe LM-4 (Architettura e ingegneria edile- architettura), classe LM-23 (Ingegneria Civile), classe LM-24 (Ingegneria dei sistemi edilizi), classe LM-26 (Ingegneria della Sicurezza), classe LM-35 (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe LM-48 (Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale).

Qualora le domande di partecipazione al concorso siano in numero superiore a 300, Regione Lombardia si riserva la facoltà di far precedere le prove d’esame da una prova preselettiva.

Le prove d'esame consistono in una prova scritta (sotto forma di quesiti a risposta sintetica e/o predeterminata e/o svolgimento di un elaborato) ed una prova orale

Assistente area amministrativa

I candidati selezionati saranno chiamati a dare apporto qualificato in tutti gli uffici dell’organizzazione in ambiti di attività caratterizzati da:
- Approfondite conoscenze mono specialistiche (la base teorica di conoscenze è acquisibile con la scuola superiore) e un grado di esperienza pluriennale, con necessità di aggiornamento;
- Contenuto di concetto con responsabilità di risultati relativi a specifici processi produttivi/amministrativi;
- Media complessità dei problemi da affrontare basata su modelli esterni predefiniti e significativa ampiezza delle soluzioni possibili;
- Relazioni organizzative interne anche di natura negoziale ed anche con posizioni organizzative al di fuori delle unità organizzative di appartenenza, relazioni esterne (con altre istituzioni) anche di tipo diretto.
- Relazioni con gli utenti di natura diretta, anche complesse, e negoziale.
- Verbalizzazione dei lavori di organi, organismi e comitati;
- Predisposizione di atti e pratiche amministrative correnti e disbrigo della corrispondenza;
- Informazione ai cittadini in ordine alle attività ed ai servizi prodotti dall’Amministrazione regionale e di altre strutture pubbliche operanti sul territorio regionale nonché alla loro dislocazione e alle loro competenze;
- Organizzazione e partecipazione ad eventi, campagne e altre iniziative di comunicazione;
- Catalogazione della documentazione e delle pubblicazioni prodotte dall’Amministrazione regionale, selezione e raccolta sistematica della stampa;
- Svolgimento di lavoro segretariale che comporti la traduzione di brevi testi in almeno una lingua estera europea;
- Utilizzo di sistemi operativi e di programmi informatici per operazioni di aggiornamento dati, di integrazione e di elaborazione testi;
- gestione dei documenti informatici di natura amministrativo-contabile, anche attraverso l’impiego della posta elettronica certificata;
- Utilizzo di pacchetti operativi nei linguaggi di uso corrente: Office365, Outlook, Dbase, e analoghi, anche servendosi di manuali in lingua inglese;
- Raccolta, conservazione e reperimento di documenti, atti e norme;
- Redazione su schemi definiti di provvedimenti che richiedono procedure anche complesse; 
- Altre connesse e/o assimilabili per capacità professionali, conoscenze preliminari ed esperienze in relazione alle specifiche posizioni di lavoro.

Il bando è rivolto ai cittadini taliani che hanno conseguito un diploma di scuola secondaria di secondo grado, previo superamento di un corso di studi di durata quinquennale. La prova d'esame è scritta e orale. 

Come partecipare al concorso

La domanda di partecipazione può essere presentata, a partire dalle ore 10:00 del 02.03.2020 ed entro le ore 12:00 del 03.04.2020, dai cittadini italiani anche residenti all’estero o da soggetti esteri residenti in Italia iscritti al servizio sanitario nazionale, esclusivamente online, attraverso il sistema informativo di Regione Lombardia dedicato ai bandi (www.bandi.servizirl.it).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine della compilazione on line della domanda di partecipazione, il candidato deve scaricare, tramite l’apposito pulsante, la medesima domanda precompilata di partecipazione generata. automaticamente dal sistema, stamparla e sottoscriverla. Successivamente dovrà provvedere alla scansione della medesima e caricarla a sistema in formato .pdf.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alunno positivo: cosa succede ai suoi compagni (e ai loro genitori)

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

  • Una domenica dal sapore medievale, tra i borghi e i castelli della Lombardia

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Dove andare a fare castagne senza allontanarsi troppo da Monza

  • Diesel vietati a Monza e in Lombardia: la nuova data. Sì allo smart working con Pm10 alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento