Domenica, 21 Luglio 2024
Lavoro e assunzioni

Il concorso per assumere 120 persone in Lombardia

Si cercano operatori del mercato del lavoro. La selezione

Un concorso pubblico per 120 assunzioni. E' stato indetto il concorso, per titoli ed esami, in esecuzione dell’intesa sottoscritta con Regione Lombardia da Città metropolitana di Milano, Provincia di Lodi e Provincia di Pavia, per la copertura di 120 posti complessivi di operatore del mercato, categoria C1.

Sono 73 le posizioni a disposizione della Città metropolitana di Milano mentre le altre sono destinate alle province di Lodi e Pavia. La domanda di ammissione deve essere presentata entro le ore 12.00 del 24 novembre 2022, esclusivamente, a pena di esclusione, mediante iscrizione on-line, utilizzando l’apposita procedura accessibile al seguente link: https://concorsi.cittametropolitana.mi.it.

Di cosa si occupa l’operatore del Mercato del lavoro?

Tra le attività previste, l’operatore si occuperà di erogare i servizi di accoglienza, effettuando la profilazione dell’utenza e fornendo informazioni per l'utilizzo dei servizi e delle misure per il lavoro; di svolgere colloqui individuali e di gruppo, di concordare con gli utenti e predisporre i patti di servizio personalizzati utilizzando gli schemi e le procedure predefinite dall'Ente; di svolgere azioni di gestione dei processi per l’attivazione, accompagnamento e tutoring nei percorsi di tirocinio o di inserimento e reinserimento al lavoro, anche a favore di utenti svantaggiati, promuovendo e realizzando interventi finalizzati all’attivazione dei soggetti, di monitorare l’esito delle azioni orientative, formative o di inserimento lavorativo; di rilevare i fabbisogni professionali delle aziende clienti del servizio; di effettuare preselezioni di personale sulla base delle richieste di aziende clienti utilizzando quale supporto le banche dati e le applicazioni per l’incontro domanda-offerta; di favorire l’incontro domanda-offerta.

L’operatore dovrà anche agire nei confronti delle imprese, con azioni di informazione in merito alla disponibilità di agevolazioni, incentivi, normativa sul mercato del lavoro, intervenire nelle azioni finanziate dal FSE con attività di gestione e rendicontazione, predisporre, secondo le direttive dell'Ente, gli atti amministrativi necessari per lo svolgimento delle funzioni proprie dei Servizi per il lavoro pubblici anche con riferimento al collocamento mirato delle persone disabili.

Quali requisiti servono per partecipare?

Gli aspiranti devono essere maggiorenni, in possesso della cittadinanza italiana e con un Diploma di scuola secondaria di secondo grado, rilasciato da Istituti riconosciuti a norma dell’ordinamento scolastico italiano. Al futuro operatore sono richieste le seguenti caratteristiche: propensione alla relazione col pubblico; orientamento all’ascolto; capacità di riconoscere e accogliere le diversità e di interfacciarsi efficacemente in ambienti caratterizzati da multiculturalità; capacità di lavoro in gruppo in ottica collaborativa e di condivisione; capacità di comunicazione efficace sia all’interno dell’organizzazione che verso l’esterno, utilizzando modalità diversificate in relazione alla necessità, all’obiettivo e al contesto; flessibilità; disponibilità all’apprendimento continuo e orientamento al self development e capacità di apprendimento in contesti formali ed informali; capacità di analisi e di sintesi; capacità di gestione del tempo; orientamento al risultato e precisione esecutiva; problem solving e capacità di ricerca delle informazioni.

Le sedi di lavoro

Per Città metropolitana di Milano, sono individuate la sede del Settore politiche del lavoro, in via Soderini, 24, quelle di Eurolavoro (CPI di Legnano e Magenta) e quelle di Afol Metropolitana, nello specifico:

• Afol – Sede di Via Soderini, 24

• CPI Cinisello Balsamo

• CPI Corsico

• CPI Melzo

• CPI Rho

• CPI Rozzano

• CPI San Donato Milanese

• CPI Milano

Per la Provincia di Lodi: la sede provinciale, la sede distaccata di Codogno, lo Sportello di Santangelo Lodigiano.

Per la Provincia di Pavia: i CPI di Pavia, Vigevano e Voghera.

Le prove concorsuali

Gli esami consisteranno in una prova scritta e una prova orale, entrambe valutate in trentesimi. Gli esami potranno essere preceduti da un’eventuale prova preselettiva, qualora il numero degli iscritti sia superiore a 600. Saranno ammessi a sostenere la prova scritta quei candidati che, superata la preselezione, si siano utilmente collocati nei primi 500 posti. La Commissione esaminatrice potrà definire un punteggio minimo da ottenere per il superamento della prova. Le modalità di svolgimento saranno rese note con apposito avviso pubblico alla pagina “Concorsi” del sito web istituzionale della Città metropolitana di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il concorso per assumere 120 persone in Lombardia
MonzaToday è in caricamento