Biglietti Atm a 2 euro: scatta la petizione per opporsi all'aumento

La petizione è stata lanciata su Change.org il 30 dicembre da una studentessa universitaria

Monta la protesta contro il rincaro dei biglietti e degli abbonamenti Atm anticipato dal primo cittadino di Milano Giuseppe Sala a partire dal 1° gennaio 2019. Il giorno dopo l'annuncio è stata lanciata una raccolta firme su Change.org. Risultato? In poco più di cinque giorni è stata sottoscritta da oltre 21mila persone.

Bisogna fare una precisazione: l'aumento a due euro dei ticket Atm, seppur annunciato dal sindaco, è una concreta possibilità e non una certezza. La decisione verrà presa nei prossimi mesi e dipenderà dall'entità degli stanziamenti da parte della Regione Lombardia. Se arrivasse il rincaro il trasporto pubblico di Milano diventerebbe quello più costoso d'Italia, ma perfettamente in linea con le grandi città europee. I firmatari della petizione lanciata da Benedetta Cirillo, studentessa universitaria, si possono dividere in due macro-categorie.

I primi credono che Atm e Palazzo Marino non facciano nulla contro chi non paga il biglietto; i secondi ritengono che le tariffe attuali siano già abbastanza care. Non solo, c'è anche qualcuno che crede che il prezzo del biglietto non sia proporzionale alla qualità del servizio. Comun denominatore resta la poca propensione a pagare cinquanta centesimi in più per ticket dal 2019. E le firme aumentano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento