Sicurezza sul Lavoro: svelato il “trucco” per evitare sanzioni

Il 6 giugno 2018 l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha emesso il Decreto direttoriale n. 12 “Rivalutazione sanzioni concernenti violazioni in materia di salute e sicurezza” (pubblicato sulla G.U. n. 140 del 19 giugno 2018, ndr ). Con questa misura, il Capo della struttura ha decretato una rivalutazione del +1,9% sugli importi delle ammende derivanti dalle contravvenzioni in materia di igiene, salute e sicurezza sul lavoro, nonché le sanzioni amministrative pecuniarie previste dal D.Lgs. 81/08, a cui vanno aggiunte le sanzioni derivanti da atti aventi forza di legge.

Una rivalutazione che, come chiarito dall’Ufficio Legislativo del Ministero del lavoro e delle politiche sociali in una nota del 19 aprile 2018, spetta per compito istituzionale all’I.N.L., poiché va considerata “materia rientrante tra le competenze attribuite". In forza di queste considerazioni, a partire dal 1° luglio 2018, tutte le sanzioni irrogate dagli Organi di vigilanza saranno calcolate tenendo conto di questo aumento.

Nel clima di difficoltà che stanno tuttora vivendo le imprese italiane, questa notizia, pur se giustificata dal nobile intento di prevenire gli infortuni e le morti sul lavoro, non può fare piacere. Ma c’è un modo per evitare le sanzioni? Lo abbiamo chiesto ad un consulente di ScuolaSicurezza (www.scuolasicurezza.it), divisione di WST Europa Srl, società con sedi a Milano, Varese e Monza, che si occupa di Consulenza e Formazione sulla Sicurezza sul Lavoro.

Intervistatore: Cosa possono fare le aziende per evitare le sanzioni? 
Consulente: Per iniziare, è necessario effettuare un Check-Up dello stato di messa a norma in azienda, per evidenziare eventuali irregolarità. In questa fase verranno riscontrati eventuali mancati adempimenti formativi, documentali o situazioni in azienda che possano generare infortuni. Inoltre si terrà conto se sono stati effettuati dei precedenti interventi in materia di Sicurezza sul Lavoro, quando sono stati fatti e se sono necessari degli aggiornamenti o delle integrazioni.

Intervistatore: Chi effettua il Check-Up? Come si svolge? Quanto dura?
Consulente: Il Check-Up viene effettuato da un nostro consulente, che è un tecnico specializzato in Salute e Sicurezza sul Lavoro, tramite una serie di domande che vengono poste al referente dell’azienda, il quale deve recuperare eventuale documentazione relativa ad interventi già effettuati. Il Check-Up si può effettuare per via telefonica, oppure nei casi più complessi tramite un appuntamento in sede, ed ha una durata variabile da 45 minuti ad un massimo di 1 ora e mezza.

Intervistatore: Qual è il costo di un Check-Up?
Consulente: E’ un servizio che solitamente ha un costo di 120 Euro, ma visti i recenti incrementi delle sanzioni per le attività che non sono in regola e volendo proseguire con il nostro impegno nel voler contrastare il fenomeno delle morti bianche, abbiamo deciso di venire in aiuto alle imprese, offrendo il servizio di Check-Up in modo del tutto gratuito. Oltre a questo, a tutte le aziende che aderiscono al Check-Up gratuito, nell’ottica di collaborazione permanente che contraddistingue la nostra azienda, verrà applicato uno sconto del 10% sui prezzi a listino della formazione in aula e del 30% sulla formazione online.

Insomma, una bella iniziativa in un periodo dell’anno in cui, per forza di cose, i ritmi lavorativi risultano essere meno frenetici rispetto gli altri mesi. Una doppia occasione per quelle aziende che già avevano programmato una verifica della loro situazione interna e per quelle che, consapevoli di mancanze, hanno intenzione di regolarizzare la loro posizione.

ScuolaSicurezza è da anni al fianco delle aziende per contribuire alla gestione della normativa sulla sicurezza nel lavoro, in veste di Studio di Consulenza e Agenzia Formativa accreditata presso le Regioni Lombardia e Sardegna. La mission dell’azienda è la diffusione della cultura della sicurezza fra le imprese, al di là del mero rispetto della normativa di settore.

Per prenotare un check-up, è possibile contattare ScuolaSicurezza telefonicamente al numero 02 96459201, oppure scrivere all’email: lombardia@scuolasicurezza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento