Lunedì, 18 Ottobre 2021
Economia

Il testamento di Caprotti: lascia il controllo di Esselunga alla moglie e alla figlia minore

Il fondatore del noto supermercato si ricorda anche della sua storica segretaria

L'Azienda di famiglia - chiusa in segno di lutto il giorno del funerali - vanta ricavi di 7,3 miliardi.

All'amica e segretaria di sempre, Germana Chiodi, vanno il 50 percento dei risparmi di una vita, depositati su un conto corrente. L'altra metà sarà divisa tra i cinque nipoti, tre figli del figlio Giuseppe e due figli del fratello.

"Faremo di tutto per salvaguardare il gruppo", ha detto dopo la lettura del testamento il Giuseppe Caprotti. Alla domanda sui contenuti del testamento del fondatore di Esselunga, l'uomo si è allontanato senza rispondere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il testamento di Caprotti: lascia il controllo di Esselunga alla moglie e alla figlia minore

MonzaToday è in caricamento