Lesmo, in vendita la villa di Silvio Berlusconi

Fininvest avrebbe deciso di mettere in vendita la dimora brianzola che Berlusconi comprò per 34 milioni di euro

Silvio Berlusconi e Villa Gernetto

Villa Gernetto potrebbe presto cambiare proprietario. La villa di Lesmo, di proprietà di Fininvest e acquistata da Silvio Berlusconi nel 2007 per 34 milioni di euro, sarebbe infatti stata messa in vendita.

La villa - costruita a metà del '700 e ristrutturata nel 2008 dallo studio Magnano con una superficie di 350mila metri quadrati con uno splendido parco immerso nel verde - doveva diventare, almeno nei progetti del Cav, la sede dell'università del pensiero liberale, che avrebbe dovuto ospitare come professori d'eccezione i primi ministri più famosi del mondo, da Tony Blair a Michael Gorbaciov. 

I sogni di Berlusconi, però, sono rimasti tali e la struttura è stata utilizzata per i casting di Forza Italia e per accogliere negli anni il presidente russo, e amico personale dell'ex premier, Vladimir Putin. 

Da qui, come riporta "Milano Finanza", la decisione di Fininvest Real Estate - la società che gestisce il patrimonio immobiliare dei Berlusconi - di affidare a Vitale & Co un "mandato esplorativo" per avviare "un processo mirante da un lato a verificare condizioni di valorizzazione del complesso e dell’altra all’individuazione di potenziali investitori".

Nel parco di Villa Gernetto lo scorso dicembre aveva perso la vita, in un drammatico incidente sul lavoro, Marco Pastore, giardiniere di Bernareggio di 29 anni, precipitato improvvisamente mentre potava le piante con la tecnica del tree climbing nel giardino della villa come addetto manutentore di una ditta esterna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento