rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Economia Villasanta

In Brianza un Centro di ricerca e sviluppo che darà lavoro a 30 ingegneri

A realizzarlo la Carrier: un investimento di 14 milioni di euro

Sorgerà a Villasanta il nuovo Centro di ricerca e sviluppo di eccellenza targato Carrier. Un ritorno alle origini quello della multinazionale che fino al 2014 aveva uno dei suoi stabilimenti più importanti proprio nel comune brianzolo. 

Il progetto

Il nuovo Centro, che costerà 14 milioni di euro, sarà dedicato all'innovazione nel settore delle pompe di calore, nelle caldaie a idrogeno e nelle soluzioni IoTper il comfort abitativo. Vi lavoreranno 200 dipendenti ed è previsto un piano di assunzioni di 30 nuovi ingegneri. I lavori per la realizzazione del nuovo centro - che comprende un laboratorio di 3mila metri quadrati e uffici che si estenderanno su 2.800 metri quadrati - inizieranno a giugno e dovrebbero concludersi entro la fine del 2023 con l'inizio delle attività già a dicembre del prossimo anno.

Collaborazioni con le università

"L'investimento in un Centro di eccellenza per la ricerca e lo sviluppo di sistemi sostenibili ed efficienti per il comfort ci permette di offrire una proposta di valore ancora più ampia ai nostri clienti nel settore residenziale e professionale in Europa - ha spiegato attraverso una nota stampa François Audo, vice presidente e general manager Carrier RLC Europe and Riello -. Questo investimento è anche un simbolo del nostro impegno in Italia e ci permetterà di stringere collaborazioni ancora più forti con i principali poli universitari dell’area."

Quanta energia viene consumata

Gli edifici dell'UE sono responsabili del 40% del consumo di energia e del 36% delle emissioni di gas serra in Europa. Più del 40% del consumo nel settore residenziale dipende dal gas naturale e dai combustibili fossili (secondo fonti Eurostat e Industria Europea del Riscaldamento, 2020) . In Italia, il riscaldamento degli edifici residenziali, commerciali e pubblici pesa sulle emissioni di CO2per oltre il 17,7%, secondo i dati di Ispra. Aumentare l'offerta di soluzioni di riscaldamento efficienti e sostenibili, come le pompe di calore aria-acqua o i sistemi ibridi, contribuisce all'obiettivo della carbon neutrality entro il 2050, delineato nel piano "Fit for 55". Questo centro di eccellenza permetterà anche a Carrier di portare sul mercato una varietà di soluzioni innovative per affrontare la transizione energetica con la migliore flessibilità. 

Attenzione all'intelligenza universale

Accanto all'espansione dell'offerta di pompe di calore, Carrier continuerà a investire nello sviluppo di caldaie hydrogen-ready, soluzioni sostenibili che utilizzano una miscela di gas naturale e idrogeno fino al 20%, con l'obiettivo di raggiungere il 100% di idrogeno nel 2024. Il nuovo Centro si concentrerà anche sullo sviluppo di tecnologie basate sull’IoT e sull’intelligenza artificiale che permetteranno la gestione da remoto dei sistemi di riscaldamento e raffreddamento per una maggiore efficienza energetica.

La storia di Carrier

Fondata dall'inventore dell'aria condizionata moderna, Carrier è leader mondiale nelle soluzioni di riscaldamento, condizionamento e refrigerazione ad alta tecnologia. Gli esperti di Carrier forniscono soluzioni sostenibili, integrando prodotti ad alta efficienza energetica, controlli degli edifici e servizi energetici per clienti residenziali, commerciali, retail, trasporti e servizi alimentari. Carrier fa parte di Carrier Global Corporation, un fornitore globale leader di soluzioni salubri, sicure, sostenibili e intelligenti per gli edifici e la catena del freddo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Brianza un Centro di ricerca e sviluppo che darà lavoro a 30 ingegneri

MonzaToday è in caricamento