Vimercate, ecco gli aiuti per i commercianti: potranno chiedere fino a 7.500 euro a fondo perduto

A partire dal 13 luglio, commercianti e artigiani operanti sul territorio di Vimercate potranno fare domanda per ottenere i contributi comunali

Dal 13 luglio al 23 agosto commercianti e artigiani potranno richiedere a Vimercate i contributi a fondo perduto.

Le risorse disponibili (225.000 euro) sono riservate alle attività commerciali di somministrazione di alimenti e bevande, di vicinato non alimentari al dettaglio o artigianali di servizio e di produzione alimentare già in attività dall’1/03/2020 regolarmente iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e con sede operativa a Vimercate, che siano state assoggettate alla chiusura forzata imposta, quale misura di contenimento del contagio, con Decreto Ministeriale 1/03/2020 e successivi provvedimenti.

Per richiedere il contributo, le attività devono essere:

  • iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura con assenza di procedure fallimentari
  • essere in regola coi contributi
  • non trovarsi in una delle condizioni di incapacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione di cui all’articolo 120 della L. 689/1981 e s.m.i.
  • possedere i requisiti morali e professionali per lo svolgimento di attività commerciali di cui all’art. 71 del D.Lgs. 59/2010 e s.m.i. e agli artt. 65 - 66 della L.R. 6/2010 e s.m.i.
  • non essere soggetti ad amministrazione controllata, a concordato preventivo o a fallimento
  • non avere in corso pendenze o inadempienze nei confronti della Pubblica Amministrazione
  • fatturato riferito all’ ultimo esercizio 2019 non superiore ad € 140.000 ed ancora periodo minimo di chiusura pari a 15
    giorni
  • non aver presentato domanda di partecipazione ad altro bando per la concessione di contributi per incentivare gli acquisti mediante utilizzo di voucher

Il contributo comunale, a fondo perduto, viene erogato secondo alcuni parametri dettati dal fatturato e varia da un minimo di € 1.500 euro ad un massimo di € 7.500. Nel dettaglio:

Fatturato anno 2019 fino a € 80.000
Contributo per un mese di chiusura = € 1.500
Contributo per due mesi di chiusura = € 3.000
Contributo per tre mesi di chiusura = € 4.50

Fatturato anno 2019 da € 80.001 fino a € 120.000
Contributo per un mese di chiusura = € 2.000
Contributo per due mesi di chiusura = € 4.000
Contributo per tre mesi di chiusura = € 6.000

Fatturato anno 2019 da € 120.001 fino a € 140.000
Contributo per un mese di chiusura = € 2.500
Contributo per due mesi di chiusura = € 5.000
Contributo per tre mesi di chiusura = € 7.500

L'erogazione dei fondi è prevista a partire dal 7 settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento