Martedì, 19 Ottobre 2021
Eventi

A Cesano tutti in bianco per l'"Unconventional Dinner"

Il 20 settembre la prima "cena in bianco" in Brianza

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

A Cesano Maderno il 20 settembre nella magica cornice di Palazzo Arese Borromeo prenderà vita, grazie all'amore per il territorio, alla passione e alla tenacia di Francesca Chimirri e Simone Toninato, la prima edizione di "Cena in Bianco Unconventional Dinner".

L'iniziativa gratuita, tutta di sapore italiano e legata al recupero del territorio, nasce due anni fa grazie all'energia e alla passione di Antonella Bentivoglio d'Afflitto, torinese di origini napoletane, direttore creativo, esperta visionaria di comunicazione e di social media. Antonella ci ha creduto, l'ha sognata, pensata per bene, voluta, creata. È partita da Torino nel 2012 con una sala da pranzo en plein air, davanti a Palazzo Reale, per poi diffondere l'idea grazie ad instancabili partner che si sono proposti per realizzarla da nord a sud. In poco più di 24 mesi una vera mania da "Cena in Bianco Unconventional Dinner" ha invaso candidamente le piazze e le strade più suggestive dello Stivale svelando, con una "cena non convenzionale" in luoghi ogni volta diversi, un modello di convivialitá e di socialità per vivere la strada in modo alternativo e affascinante. Migliaia le persone che hanno accolto la proposta scendendo in strada con tavolo da pranzo, piatti e sedie, per mangiare tutti insieme e rendere unica la propria città.

Ad oggi, infatti, sono 89 le città che hanno deciso di portare avanti l'iniziativa aderendo al progetto "Cena in Bianco Unconventional Dinner", un'idea che è un format, una manifestazione con marchio registrato da Antonella Bentivoglio d'Afflitto. «Avevo voglia di realizzare qualcosa che fosse della gente e per la gente - ha spiegato l'ideatrice -. Volevo che la cena prendesse vita da Torino, la mia città, per poi diffondersi generando una squadra da nord a sud unita da un comune intento e senza scopo di lucro, soprattutto "concentrata" sull'idea del social eating. In questo modo sono riuscita a portare la gente per strada, a cena in luoghi incantevoli e spesso poco noti».

Il format è semplice: tutti possono partecipare, grandi e piccini, in maniera totalmente gratuita, è necessario portare tutto da soli, vestirsi di bianco, organizzarsi con tavoli, sedie, cibo, tovaglie, piatti, bicchieri (vietate carta e plastica!) e, naturalmente, far partire il passaparola!

L'iniziativa che viene sempre lanciata sui social media e attraverso il blog ufficiale www.unconventionaldinner.blogspot.it si basa su 5 regole, le "5 grandi E": Etica, Estetica, Educazione (civica), Eleganza, Ecologia.

La scintilla tra Francesca Chimirri e "Cena in Bianco Unconventional Dinner" è scoccata quando lei ha visto le immagini della prima edizione dell'evento torinese e ha poi deciso di partecipare a quella del 29 giugno scorso in piazza San Carlo. Quella sera l'avventura brianzola ha cominciato a prendere forma.

Sabato sera, dunque, il debutto a Cesano Maderno in grande stile: sono quasi 900 le persone che hanno aderito. Per realizzare questo evento sociale patrocinato dal Comune, spiegano gli organizzatori, si è creata una vera e propria gara di solidarietà tra i cittadini.

I commensali potranno accedere a Palazzo Arese Borromeo e in piazza Esedra a partire dalle 18. Alla stessa ora si inizierà ad apparecchiare tutti insieme e alle 20,15 è previsto l'inizio della cena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Cesano tutti in bianco per l'"Unconventional Dinner"

MonzaToday è in caricamento