menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Spadea con le opere esposte (Foto da Facebook)

Roberto Spadea con le opere esposte (Foto da Facebook)

"Autismo in blue jeans", ecco la grande installazione in piazza a Monza

I jeans, simbolo di nuova vita e libertà, sono stati dipinti da trenta ragazzi artisti. Fino al 2 aprile in piazza San Pietro Martire

Piazza San Pietro Martire si colora di arte, vita e libertà in occasione della Giornata mondiale sull’Autismo.

“Autismo in blue-jeans” è il nome dell’installazione che da sabato 23 marzo a martedì 2 aprile sarà presente in piazza San Pietro Martire. Il progetto artistico è stato coordinato dall’artista monzese Roberto Spadea, divenuto famoso per i suoi jeans trasformati in Arte. In piazza troveranno spazio trenta jeans dipinti da ragazzi autistici.

“In un mondo ormai schiavo dell'usa e getta, i jeans smessi che si rialzano autonomi e sono pronti a camminare nella città sono il simbolo per valorizzare e comunicare che l’Autismo esiste e crea con semplicità una sua grande libertà”.

autismo in blue jeans roberto spadea-3

I pantaloni saranno messi in vendita dall’Associazione Facciavista Onlus e il ricavato servirà per sostenere il Laboratorio Artistico dell’associazione stessa

“Stiamo lavorando sul fronte dell’autismo con un impegno costante a 360 gradi, che punta al sostegno e alla messa in rete delle tante realtà che si prendono cura di questo fenomeno, sempre più diffuso – spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore ai Servizi Sociali Desiree Merlini – Attraverso il progetto Monza Family, in particolare, abbiamo avviato un percorso di scambio di buone pratiche finalizzate all’inclusione delle persone autistiche anche dopo la scuola dell’obbligo: solo così, attraverso progetti concreti di integrazione potremo fare di Monza una città davvero autism-friendly”.

L’installazione di Roberto Spadea è composta da 30 jeans resinati collocati su una base in metallo modulare di 6mtx3mt; i pantaloni sono stati dipinti da 30 ragazze e ragazzi autistici con particolare propensione all’arte. Altri due sono stati realizzati dai ragazzi dei Centri Diurni Gallarana e Silva.

I 30 “ragazzi artisti” sono stati selezionati coinvolgendo le scuole di Monza e della Brianza grazie al supporto di CTS – MB (Centro Territoriale di Supporto) che ha coinvolto i vari istituti scolastici. Il coordinamento dei ragazzi nella realizzazione dei jeans è stato garantito dall’Associazione Facciavista Onlus che già guida un laboratorio artistico per ragazzi autistici talentuosi a Vedano al Lambro presso Casa Francesco. Il laboratorio ospita persone con autismo che hanno dimostrato motivazione e talento nel disegno e nella rappresentazione grafica. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento