Cultura Centro Storico / Via Alessandro Manzoni, 23

Il teatro Manzoni non riapre (per ora): come ottenere i rimborsi

Saranno rimborsati i voucher della Stagione Teatrale 2019/20 e gli abbonamenti della Stagione di Prosa 2020/21

Voucher e rimborsi per gli abbonamenti della stagione teatrale 2020/2021. Il valore dei «voucher» della Stagione Teatrale 2019/20 e degli abbonamenti della Stagione di Prosa 2020/21 saranno restituiti a tutti gli spettatori che ne faranno richiesta.

“Abbiamo vissuto un anno drammatico, ha dichiarato il Sindaco Dario Allevi. Molti di noi hanno dovuto affrontare il dolore del lutto, la paura per la salute dei propri familiari, la fatica della gestione delle lezioni a distanza di figli e nipoti, l’incertezza del lavoro, la forzata privazione dei rapporti interpersonali. Tra le tante rinunce che abbiamo dovuto affrontare c’è anche la stagione del nostro amato Teatro “Manzoni”. Abbiamo prima rinviato e poi annullato gli spettacoli seguendo i vari Decreti anti contagio che si sono succeduti. Nello stesso tempo, però, non abbiamo mai smesso di lavorare per programmare la prossima stagione in modo da essere pronti a riaccogliere i cittadini con l’attenzione e la qualità che meritano”.

La gestione dei rimborsi, in ottemperanza alle normative anti-Covid e per evitare assembramenti, avverrà tramite procedura online sul sito del Teatro www.teatromanzonimonza.it a partire da martedì 4 maggio. Le richieste dovranno essere inviate entro e non oltre venerdì 28 maggio. Il rimborso sarà effettuato a mezzo bonifico bancario dall’Azienda Speciale di Formazione Scuola «Paolo Borsa». Per informazioni o assistenza nella compilazione della domanda online è possibile contattare i numeri 039/386500 o 338/7185474 nei seguenti orari: martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 11 alle 14; mercoledì dalle 14 alle 17.

“Per la stagione di Grande Prosa 2020/2021 avevamo predisposto un cartellone di grande qualità e avevamo adeguato il Teatro per poter accogliere gli spettatori in sicurezza, ha spiegato l’Assessore alla Cultura Massimiliano Longo. L’emergenza epidemiologica purtroppo non si è fermata e abbiamo dovuto annullare gli spettacoli faticosamente programmati. Il massimo impegno adesso è rivolto all’organizzazione della prossima stagione 2021/2022. Ma, prima ancora, il nostro pensiero va agli abbonati e agli spettatori, alla fiducia che ci hanno dimostrato e che desideriamo ricambiare con un gesto di correttezza, il rimborso degli importi che hanno versato”.

I lavori

Nel frattempo, proseguono i lavori per adeguare la struttura, che fu inaugurata nel 1956 con la proiezione del film «Sette spose per sette fratelli» diretto da Stanley Donen. La prima fase dei lavori, già conclusa, ha comportato l’adeguamento normativo di parte degli impianti elettrici, di quelli di ventilazione, delle vie di fuga e dei parapetti. Il secondo step, tuttora in corso, riguarderà la ristrutturazione della «torre scenica», la struttura a cui si agganciano le scenografie. In pratica il «motore» del teatro. I lavori sono stati affidati ad aziende altamente specializzate, che hanno lavorato nei più importanti teatri del mondo e si concluderanno entro l’estate. L’investimento previsto è di 230 mila euro. Dal tetto del Teatro è stato rimosso l’amianto e la copertura è stata rifatta con nuovi materiali a contenimento energetico. Il costo complessivo di questo intervento è stato di 250 mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il teatro Manzoni non riapre (per ora): come ottenere i rimborsi

MonzaToday è in caricamento