rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cultura

La meraviglia del quotidiano nelle fotografie di Robert Doisneau: la mostra

L'esposizione che presenta 80 scatti originali del fotografo francese all'Arengario fino al 3 luglio. La mostra

"Le fotografie che mi interessano e che trovo riuscite sono quelle che non arrivano mai a una conclusione, che non raccontano una storia fino in fondo, ma rimangono aperte per permettere anche allo spettatore di fare un pezzo di strada con l'immagine, di continuarla a piacimento, una specie di trampolino dei sogni".

Questo, in sintesi il messaggio, che Robert Doisneau ha voluto lasciare con le sue fotografie. Scatti che catturano un attimo di vita e lo rendono eterno, in un'istantanea che fissa la magia del momento. Giochi di sguardi, baci rubati nella frenesia di una Parigi che corre e ancora le luci, il paesaggio urbano che avanza e i bambini della banlieu. Gli scatti di uno dei maestri della fotografia del Novecento fino al 3 luglio sono esposti a Monza, in Arengario, per la mostra "Le Merveilleux Quotidien" che presenta 80 fotografie originali di Robert Doisneau seguendo un percorso cronologico, dalla prima foto scattata a 17 anni nel 1929 quando ancora la fotografia, oltre che la sua passione, ancora non era diventata un vero e proprio lavoro, fino all'opera del 1973.

La fotografia umanista di Doisneau guarda alla realtà, alla meraviglia del quotidiano, al dettaglio che soprende, alla città che da sfondo si fa protagonista e alle emozioni umane, nel loro imprevedibile fluire. Tra le 450mila fotografie di Robert Doisneu quella forse più famosa, che ha consacrato il fotografo al grande pubblico, è "Il bacio a l'Hotel de Ville" che ritrae due giovani scambiarsi un bacio con lo sfondo di una magica Parigi dove la vita corre. Anche questo scatto, insieme ad altre 79 fotografie dell'artista, è presente a Monza.

"Le Merveilleux Quotidien", le fotografie di Robert Doisneau in mostra a Monza

"La mostra di Robert Doisneau nella nostra città rappresenta un’importante occasione per ammirare i capolavori di uno dei maestri della fotografia del Novecento, famoso per aver raccontato attraverso i suoi scatti la vita della periferia parigina" - ha commentato il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti - "Con la riapertura della Villa Reale, l’inaugurazione dei Musei Civici e il restauro della Cappella degli Zavattari la nostra città fa dell’arte e della cultura uno dei suoi biglietti da visita per svelarsi e rivelarsi a un pubblico sempre più ampio e attento alle novità in ambito culturale".

Attraverso le strade di Parigi, i suoi abitanti, i soggetti che abitano l'obiettivo del fotografo, le botteghe, i bistrot e i locali della Ville Lumière, i visitatori saranno trasportati nel mondo per immagini di Robert Doisneu e nella riflessione profonda, e a volte un po' irriverente nei confronti del suo tempo, che guida la sua fotografia. 

La mostra allestita all’Arengario di Monza vanta la presenza di oltre cinquanta scatti stampati direttamente dall’autore ed esposti per la prima volta in Italia insieme ad un percorso cronologico pensato per far scoprire non solo l’opera del maestro ma anche l’uomo Robert Doisneau. Saranno proprio le sue parole infatti, attraverso una serie di testi originali ed un interessante video, a guidare il pubblico lungo lo spazio espositivo alla scoperta del mondo che si nasconde dietro i suoi straordinari scatti perchè, spiega l'autore, "Con il pretesto di dover fare un ritratto a qualcuno, ti avvicini davvero". 

Qui tutte le informazioni su prezzi e orari. 

L'esposizione, a cura dell'Atelier Robert Doisneau, realizzata da Fratelli Alinari e ViDi è stata organizzata in collaborazione con il Comune di Monza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La meraviglia del quotidiano nelle fotografie di Robert Doisneau: la mostra

MonzaToday è in caricamento