Prendiamocene cura: l'assistenza al malato e all'anziano in casa

La locandina dell'iniziativa
Il Comitato Locale di Desio di Croce Rossa Italiana e il Nucleo Brianteo dell'ARLI (Associazione Regionale Lombardia Infermiere/i) sono lieti di presentare la prima edizione di "Prendiamocene Cura", una nuova iniziativa formativa nata per insegnare alle famiglie dei pazienti in età senile le pratiche di assistenza domiciliare più adeguate per una corretta cura degli anziani.
12 lezioni teoriche e pratiche aperte a tutti, a cui seguirà la consegna di un attestato di partecipazione, tenute dagli istruttori del Comitato Locale di Desio di Croce Rossa Italiana e da infermieri e docenti universitari del Nucleo Brianteo dell'ARLI (Associazione Regionale Lombardia Infermiere/i).
Gli argomenti oggetto del corso variano dall'approfondimento delle principali patologie del malato e dell'anziano (comprese quelle psicologiche), ai fondamenti di igiene e prevenzione delle complicanze del persona immobilizzata, dall'alimentazione specifica alla gestione dell'emergenza a domicilio, fino alla conoscenza e all'uso dei vari dispositivi sanitari e della rete dei servizi sul territorio preposti a dare un aiuto concreto a chiunque ne abbia bisogno.
L'importante opportunità data da "Prendiamocene Cura" nasce dalla consapevolezza che l'aumento dell'età media della popolazione ha comportato un sempre maggior numero di persone che sviluppano malattie croniche a cui serve un'assistenza dedicata e costante. Benchè mosse dalle migliori intenzioni, molte famiglie si trovano in difficoltà nel momento in cui devono affrontare tutte le problematiche derivanti dal sostegno ai propri cari in età avanzata.
"Prendiamocene Cura" è la risposta che mancava a questa difficoltà delle famiglie ma non solo (personale d'assistenza, badanti, ecc..).
Un'occasione da non perdere, che si pone anche come un utile supporto alla gestione del malato in linea con la nuova filosofia assistenziale del Sistema Sanitario Nazionale.
Infatti, studi in tutto il mondo hanno dimostrato che le persone anziane e i malati cronici possono e devono essere curati ed assistiti nel loro contesto famigliare. Questo non è solo fonte di beneficio e sollievo per chi si sente protetto e al sicuro all'interno dell'ambiente domestico, ma permette soprattutto di evitare di compromettere la propria situazione a seguito delle cosiddette "Infezioni ospedaliere", cioè infezioni acquisite da altri pazienti degenti all'interno dell'ospedale stesso, a volte inevitabili.
In quest'ottica di assistenza a domicilio, nuove figure come l'infermiere di Comunità, il Medico di Medicina Generale e i Servizi Socio Assistenziali Comunali rappresentano una "rete assistenziale" tessuta dai Servizi Pubblici.
Grazie a Croce Rossa Italiana Desio, il Nucleo Brianteo dell'ARLI e a "Prendiamocene Cura" il famigliare della persona può rappresentare un consapevole e correttamente formato centro gestionale e punto di riferimento sia per il malato sia per il personale sanitario.
Responsabili del Corso
Sandra Merati e Massimo Alberio
Sede del Corso
Sala "Gaetano Oliva" - Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Desio
Via Milano 304 (ang via Fermi) Desio (MB)
Durata
12 incontri teorico/pratiche
Attestazione
La partecipazione al Corso è certificata da un "Attestato di Frequenza"
Contributo
40,00€ a partecipante da versare direttamente alla segreteria del corso
Modalità di iscrizione
tel 324-98.41.842
Info

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Visite guidate alla scoperta degli angoli più suggestivi di Monza

    • dal 5 settembre al 12 dicembre 2020
  • A Monza mercatini di Natale Covid free

    • Gratis
    • dal 28 novembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Piazza Carducci e piazza San Paolo
  • Si alza il sipario al Villoresi: in scena cento anni di teatro

    • dal 10 ottobre 2020 al 30 maggio 2021
    • Teatro Villoresi
  • Pagine di carta

    • Gratis
    • dal 26 settembre al 13 dicembre 2020
    • Biblioteca di Vimercate
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    MonzaToday è in caricamento