Oltre 150 gioielli della Brianza aperti al pubblico: tornano i giorni delle "Ville aperte"

Le dimore nobiliari della Brianza saranno aperte al pubblico e visitabili

Villa Borromeo D’Adda ad Arcpre

Dal 15 al 30 settembre sarà di nuovo Ville Aperte in Brianza, manifestazione promossa dalla Provincia di Monza e della Brianza che ogni anno permette di scoprire piccoli e grandi gioielli del patrimonio culturale della Brianza, con aperture straordinarie e visite guidate. Oltre 150 siti pubblici e privati, tra ville, palazzi, parchi e giardini, chiese e musei nel territorio delle cosiddette “Brianze”, comprendente territori monzesi, comaschi e lecchesi, unitamente a quelli del nord di Milano e per la prima volta della provincia di Varese, spalancheranno le porte al pubblico. 

Le ville gentilizie, note anche come “ville di delizia”, che costellano il territorio a nord di Milano, hanno raggiunto nel corso del ‘600 e ‘700 il loro massimo splendore. Una magnificenza di architetture commissionate dalle grandi famiglie nobiliari dell’epoca: residenze monumentali con vasti parchi, strutturati con giardini all’italiana e all’inglese e ricche di opere d’arte che saranno visitabili nel corso della manifestazione.

La rassegna è promossa dalla Provincia di Monza e della Brianza in collaborazione con le Province di Como e Lecco: 34 i Comuni aderenti per MB, 7 per Como, 24 per Lecco, 3 per l’area della Città Metropolitana di Milano e 1 per la Provincia di Varese, per un totale di 69 comuni aderenti, oltre a numerosi partner tra associazioni e fondazioni culturali del territorio.

"L’edizione 2018 — si legge in un comunicato stampa dell'organizzazione — sarà caratterizzata dal coinvolgimento di giovani e famiglie, i social media e la cultura.  Inoltre, non mancherà un ricco calendario di eventi e arti performative che ciascun partner proporrà al pubblico, mantenendo sempre un occhio di riguardo per il patrimonio e territorio culturale. Saranno progettati e messi a disposizione alcuni itinerari turistici volti a promuovere e connettere tra loro i vari siti del territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come prenotare e quanto costano le visite

Le visite guidate si effettuano su prenotazione. Una volta scelti i beni da visitare, è possibile prenotare sul sito www.villeaperte.info a partire dal 6 settembre. Il costo del biglietto è di 4 € a persona, con eccezioni e sconti in base ai singoli beni. L’accompagnamento alla visita è curato anche da guide abilitate e da associazioni culturali, ma non mancano progetti che prevedono il coinvolgimento degli studenti del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento