Meta per i pirati, vincitori indiscussi della "grande festa del rugby"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Pioggia e fango ma i Pirati non mollano

Vimercate: Non è bastata la pioggia di domenica 29 maggio a fermare i PIRATI (Categoria Under 10) di Vimercate che con grinta e "fair play", si sono aggiudicati il primo posto alla Grande Festa del Rugby.

Tanti i partecipanti e tanti i genitori che a supporto della passione dei loro piccoli campioni, si sono dedicati full time alla cucina, al bar e all'organizzazione.

Uno sport quello del rugby che vanta un numero crescente di appassionati di anno in anno, ma che ciò nonostante fatica ancora oggi a ritagliarsi il giusto spazio a livello nazionale, regionale e locale.

"Mancano gli sponsor disposti ad investire nel rugby, perché in primis mancano i campi dove poter far giocare i nostri ragazzi e di conseguenza la visibilità che un logo chiede quando decide di promuovere un evento (che sia sportivo / culturale / artistico)" queste le parole di Simona G., una mamma, come tante altre, sempre "in campo" per il bene dello sport e del suo piccolo Pirata.

Uno sport il rugby che, come tanti altri , in un paese "calcio-centrico" fatica ad emergere ma che potrebbe, se solo ci fosse la possibilità e la volontà, diventare polo di attrazione sia Nazionale che Internazionale. La popolarità del rugby in Italia, dal 2000 a oggi, è sicuramente aumentata; è aumentato anche il numero di praticanti e iscritti ai club. La federazione (FIR) ha un bilancio annuale sempre in positivo, (stimato tra i 40 e i 50 milioni di euro), ed altri contributi vengono versati ogni anno dagli organi internazionali per favorire lo sviluppo dello sport. La Nazionale gioca le partite del Sei Nazioni all'Olimpico di Roma: sono solamente tre partite all'anno ma vengono seguite da quasi 60 mila spettatori paganti. Eppure, sembra che i fondi da destinare per la formazione e la preparazione dei nuovi atleti, siano sempre carenti. Per ora, godiamoci il sorriso e la gioia dei piccoli giocatori rivali, ma soprattutto amici, che tra un placcaggio e una fetta di torta, sono stati i protagonisti indiscussi della giornata in campo e fuori ! Tra gli ospiti: l'ex azzurro e giocatore simbolo della nostra Nazionale Massimo Giovannelli, e il mediano di mischia delle zebre Marcello Violi; grandi campioni fuoriclasse che hanno messo a disposizione dei più piccoli il loro talento e la loro passione per il grande rugby!

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento