Scuola

Nelle scuole della Brianza si impara l'educazione finanziaria giocando a "salvare" un pub

I ragazzi degli istituti superiori di Lissone, Desio e Seregno dovranno gestire correttamente un pub fittizio, per salvarlo dal declino

"Oggi crESCO – Riprogettiamo con i giovani l’educazione finanziaria" è entrato nel vivo. E, ora, gli studenti di diverse scuole in Brianza impareranno in modo "giocoso" l'educazione finanziaria.

Relizzato nell'ambito delle Politiche Giovanili, presentato dal comune di Lissone in veste di capofila con la partnership del comune di Desio e del comune di Seregno, "Oggi crESCO" è stato finanziato dalla Regione Lombardia con il Bando “La Lombardia è dei giovani” 2019 per un importo complessivo di oltre 46mila euro.

I ragazzi degli istituti scolastici superiori Meroni di Lissone e Parini di Seregno, la Civica Scuola di Musica e Danza – Polo delle Arti di Desio e Associazione Live di Lissone saranno chiamati a salvare un pub sommerso di debiti, imparando così l’educazione finanziaria e le basi di una corretta gestione delle risorse economiche, base fondamentale di un equilibrio personale da applicare anche nella quotidianità. Alcuni studenti (peer educator) verranno formati nel ruolo di educatori nei confronti degli altri membri del gruppo. Lo scambio reciproco di idee sarà vissuto come un’esperienza di arricchimento “un laboratorio sociale” che vedrà protagonisti del sistema educativo direttamente gli studenti. La partecipazione alla IEE (Interactive Educational Experience)  "Ghost Pub" sarà successivamente estesa anche ad altri ragazzi e ragazze del territorio, programmando apposite sezioni di gioco in ambito extra-scolastico.

“Nella consapevolezza che l’emergenza Covid ha alterato le nostre abitudini sociali e lavorative, vogliamo trasmettere un segnale di presenza forte anche dei servizi dedicati ai più giovani. L'idea di base di questa proposta è quella di mantenere l'aspetto ludico e competitivo, consentire un confronto in piccoli gruppi, convogliare l'attenzione dei ragazzi in modo sfidante e gradevole sui concetti di educazione finanziaria”  ha spiegato l’Assessore alle Politiche Giovanili del comune di Desio Cristina Redi.

Come funziona il gioco

I ragazzi coinvolti dal progetto saranno chiamati a gestire correttamente un pub fittizio, che potranno visualizzare in un ambiente tridimensionale ricostruito su un sito dedicato. Gli enigmi verteranno su differenti aspetti dell’educazione finanziaria: nello specifico si tratteranno concetti quali mutui e investimenti per ampliare l’offerta e il locale stesso, fondamentali di marketing nell’organizzazione di eventi e nella pubblicità, suddivisione delle spese nei differenti centri di costo, gestione del portafoglio.

I team saranno seguiti per tutta la durata dell’esperienza da un Game Master, una figura in videoconferenza con i partecipanti che avrà il compito di aiutare i giocatori a risolvere gli enigmi attraverso indizi che verranno pagati con la moneta di gioco. 

Il tempo massimo per la realizzazione dell’obiettivo è di 45 minuti, durante i quali i partecipanti dovranno raggiungere l’obiettivo di risollevare le sorti economiche del Pub. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle scuole della Brianza si impara l'educazione finanziaria giocando a "salvare" un pub

MonzaToday è in caricamento