Ecco i motivi per cui gli studenti italiani non imparano a sufficienza

A livello di rendimento scolastico, l'Italia è al 20esimo posto su 28. Ma quali sono le ragioni di questo "fallimento"?

Designed by Freepik

Secondo l’ultima graduatoria PISA (Programme for International Student Assessment), pubblicata dall’Ocse di Parigi, il livello degli studenti italiani non è tra i migliori. Il nostro Paese scivola infatti dal 18esimo al 20esimo posto su 28 Paesi dell’Unione Europea, superata, citandone alcuni, da Ungheria, Lettonia, Repubblica Ceca e Polonia.

Era comunque prevedibile visto che, nel 2015 (ultimo anno con dati ufficiali), il nostro Paese si trovava al 19esimo posto per il rapporto spesa pubblica per l’istruzione - PIL. Ma, a quanto pare, la causa del basso rendimento studentesco non è da attribuire solo ai fondi. Nonostante i dati dicano che negli ultimi anni il taglio ai fondi per l’istruzione sia aumentato, lo studio Ocse dimostra che, in particolare nelle materie scientifiche, c’è una correlazione tra il rendimento scolastico dei quindicenni e il reddito per abitante nel Paese. Più quest’ultimo è alto, più sale il rendimento sui banchi di scuola.

A discolpare i fondi destinati all’istruzione vengono in aiuto anche alcune analisi svolte nel 2019, che dimostrerebbero come Paesi che investono meno in istruzione rispetto all’Italia abbiano comunque risultati più alti tra i loro studenti. Questo succede ad esempio in Estonia, Polonia, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Lettonia, Irlanda e Lituania. Ecco dunque che in Italia devono essere considerati anche altri fattori: i divari regionali, la situazione familiare, la motivazione personale, fino ai programmi di studio e la loro esecuzione. In passato Paesi come la Colombia e il Portogallo hanno lavorato per migliorarsi in questo senso, spinti da risultati deludenti nei test PIS. In conclusione, bisogna riflettere più che sulle cifre spese dal nostro Paese in istruzione, sulla loro efficienza. Ovvero sia su come migliorare l’utilizzo dei fondi a disposizione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede ai genitori quando il figlio (studente) è in quarantena

  • A Monza riparte la ristorazione scolastica con 5mila pasti al giorno: tutte le nuove regole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento