Come si diventa una guida turistica

Se sei appassionato di viaggi, di storia dell'arte e di cultura, il mestiere di guida turistica fa al caso tuo: ecco qual è il percorso di studi da seguire

Foto di Grégory ROOSE da Pixabay

Sempre più ambito dai giovani, quello della guida turistica è un mestiere che richiede una percorso di formazione diventato negli ultimi anni sempre più complesso e articolato.

Vediamo insieme quali sono i requisiti necessari per intraprendere questa professione.

Il lavoro della guida turistica prevede di accompagnare singole persone o gruppi di turisti a visitare città, musei, gallerie, siti archeologici, ecc. illustrandone le caratteristiche artistiche, storiche e culturali. Ed è una figura professionale da non confondere con quella dell’accompagnatore turistico, il quale si limita ad assistere e a fornire informazioni ai turisti, accompagnandoli a volte presso i siti di interesse, ma senza effettuare visite guidate.

Prima di citare i titoli minimi richiesti per accedere all’esame di stato, vediamo quali sono le competenze di base che bisogna possedere per diventare una guida turistica: 

  • Avre grande passione per il proprio territorio, oppure per l’arte, l’archeologia, la storia e le tradizioni.

  • Avere una cultura generale sulla storia del nostro Paese e una conoscenza approfondita della storia dell’arte.

  • Conoscere almeno due lingue straniere, per poter comunicare con i turisti provenienti da altre nazioni.

  • Avere ottime capacità relazionali, indispensabili per potersi rapportare con persone provenienti da Paesi e culture diverse dalla nostra, ma anche per coinvolgerle durante le visite evitando di annoiarle.

La formazione per diventare guida turistica dovrebbe iniziare già dalle scuole superiori (consigliati sono il liceo classico, l’artistico, o un istituto tecnico per il turismo). Per quanto riguarda l’università, la facoltà più indicata è sicuramente quella di Storia dell’Arte, o in alternativa tutti i corsi in materie umanistiche

Come per molte altre professioni, anche per diventare una guida turistica la passione e la cultura non bastano: è infatti necessario conseguire un patentino di abilitazione attraverso il superamento di un Esame di Stato.

La disciplina contenuta nel Decreto Ministeriale relativo a questa professione indica come requisiti minimi per poter partecipare all’esame i seguenti. 

  • La maggiore età.

  • Il possesso di una laurea triennale

  • Il possesso della qualifica professionale di guida turistica ottenuta negli stati membri dell’Unione Europea o di abilitazione all’esercizio della professione ( qualora lo stato di provenienza della guida preveda appunto un’ abilitazione per lo svolgimento di questa professione).

Una volta superato l’Esame di Stato, si riceverà l’abilitazione alla professione, venendo poi inseriti nell’elenco nazionale delle guide turistiche del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Comprare libri per la scuola a Monza: dove farlo, in negozio oppure online (e averli a casa in 24 ore)

  • Gli adolescenti e lo smartphone: ecco come utilizzano la tecnologia a scuola

  • Diventare ostetrica: studi e sbocchi professionali

  • Come diventare fumettista

Torna su
MonzaToday è in caricamento