Se sogni di diventare un interior designer, ecco il percorso che dovrai fare

Sei creativo, ordinato e hai sempre amato il settore dell'architettura e della decorazione di interni? La professione dell'interior designer fa al caso tuo. Ecco il percorso da seguire

Un po' architetto e un po' artista, l'interior designer si occupa della progettazione e dello sviluppo degli ambienti interni tipicamente di un'abitazione, ma anche di negozi, uffici, ristoranti e così via. È mosso dalla volontà di creare un'experience, per chi di quegli spazi fruisce. Dall'obiettivo di coniugare bellezza e praticità, regalando alle stanze anima e personalità.

Mestiere affascinante, che implica creatività e versatilità e che richiede curiosità, passione, conoscenza dell’architettura e delle nuove tendenze, quello dell'interior designer è un lavoro complesso. Una delle principali capacità che deve imparare a sviluppare un professionista di questo tipo è il Design Thinking, ovvero il pensare lo spazio da diversi punti di vista, ponendo sempre l’uomo al centro dell’ambiente da arredare, valutare le potenzialità dello spazio disponibile e creare una soluzione personalizzata che unisca estetica e praticità.

Vediamo insieme il percorso formativo più idoneo per diventare interior designer.

Interior designer: il percorso di formazione

Il percorso tradizionale per diventare Interior designer è rappresentato dal conseguimento della laurea in Architettura e poi da una specializzazione post-universitaria in Design d’Interni. Da qualche anno sono però nati vari corsi di laurea triennali e scuole di Design come l'IED (l’Istituto europeo del design) con varie sedi in Italia e all'estero. Il corso dell’IED è riconosciuto dal MIUR ed è equiparato ai titoli di Laurea di I Livello rilasciati dalle Università.

In generale le materie di studio affrontate durante il percorso formativo per Interior designer affrontano vari argomenti tra cui:
- Storia e teoria dell’architettura moderna, degli interni, del Design e delle Arti attinenti.
- Metodologia del Design per l’Architettura d’Interni e per l’Architettura in genere.
- Abilità nel Design di oggetti, nozioni di Industrial Design.
- Scienze dei materiali costruttivi e di rifinitura.
- Relazione tra uomo e spazio con attenzione all’etica ambientale, alle scienze antropometriche ed ergonomiche.
- Elementi di costruzione Architettonica e di Statica.
- Elementi di progettazione degli impianti tecnologici e della domotica.
- Legislazione attuale in materia di progetto, sicurezza, salute e benessere per edifici e interni.
- Modellazione 3D

Percorso formativo che deve ovviamente includere uno stage formativo, presso studi e aziende che lavorano nel campo.

Ricordiamo, infine, che l'offerta in questo settore è davvero ampia e non mancano anche corsi di formazione avanzata come Lighting Design o Retail Design. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Comprare libri per la scuola a Monza: dove farlo, in negozio oppure online (e averli a casa in 24 ore)

  • Gli adolescenti e lo smartphone: ecco come utilizzano la tecnologia a scuola

  • Diventare ostetrica: studi e sbocchi professionali

  • Come diventare fumettista

Torna su
MonzaToday è in caricamento