Giornata della salute mentale della donna agli istituti clinici Zucchi

Il 10 ottobre 2013

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Gli Istituti Clinici Zucchi, in occasione della Giornata dedicata alla salute mentale della donna, promossa dalla Società Italiana di Psichiatria e O.N.D.A., Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna, organizza per giovedì 10 ottobre una giornata speciale dedicata alla salute mentale femminile.

L'istituto monzese da anni si fregia del riconoscimento del "bollino rosa" che identifica le realtà clinico e scientifiche all'avanguardia nel panorama sanitario italiano, per la particolare attenzione alle problematiche delle donne.

Dalle ore 10 alle ore 15, presso il Presidio di Monza, la Dott.ssa Lietti, consulente psichiatra, sarà presente in ambulatorio, previo appuntamento telefonico, per tutte quelle donne che vorranno condividere i loro problemi psicologici. Sarà quindi possibile, senza alcun timore, né vergogna, poter parlare con una specialista alla quale chiedere pareri e consigli.

Dalle 15.30 alle 17.00, invece, si terrà una tavola rotonda aperta al pubblico sull'argomento "Disturbi psicologici e menopausa", alla presenza di medici degli Istituti Clinici Zucchi, tra cui il Dott. Gianluigi Mansi, Responsabile dell'unità di Riabilitazione Psichiatrica, e il Dott. Fadini, Responsabile dell'unità operativa di Ginecologia. Sarà presente anche il Dott. Massimo Castoldi, Direttore Sanitario degli Istituti Clinici Zucchi. Durante questa seconda parte della giornata si approfondirà la tematica della depressione in menopausa, un periodo particolarmente delicato, anche dal punto di vista psicologico, nella vita di una donna.

Ha dichiarato il Dott. Massimo Castoldi: "L'iniziativa persegue un duplice obiettivo: da un lato vuole rivolgersi alle donne che soffrono di disturbi psichici, psicologici e comportamentali per dar loro un'occasione per poter esprimere il proprio malessere. Dall'altra vuole sensibilizzare la popolazione nei confronti dei disturbi mentali femminili, di cui poco si parla".

Sulla stessa linea di pensiero anche le parole del Dott. Mansi: "Con questo progetto vogliamo accogliere le donne, dando loro uno spunto per vincere i comuni pregiudizi e chiedere aiuto a professionisti, che sapranno ascoltare le loro paure e le loro incertezze".

L'iniziativa è solo una delle tante attuate dagli Istituti Clinici Zucchi e rivolte al pubblico femminile. Ad ottobre infatti, nell'ambito della giornata mondiale dell'osteoporosi, gli ICZ offriranno visite gratuite alle donne per monitorare la salute delle loro ossa.

Torna su
MonzaToday è in caricamento