Bike Sharing, il progetto prende forma

E' stato presentato dall'assessore alla Mobilità Paolo Confalonieri venerdì mattina il progetto per l'avvio del servizio bike sharing nel capoluogo brianzolo

L'assessore Paolo Confalonieri

Monza diventa sempre più a misura di bicicletta.

Il comune ha presentato venerdì mattina il progetto dei lavori per la realizzazione del servizio di bike-sharing in città dopo la sottoscrizione del contratto con l'azienda brianzola Gci Group, vincitrice del bando, che si occuperà della realizzazione dei lavori.

Saranno sette le velostazioni che inizialmente verranno predisposte in vari punti della città in luoghi strategici: la stazione innanzitutto con due punti di noleggio, uno in via Arosio e uno sul lato di Porta Castello, verso il Binario 7, un terzo punto verrà predisposto in Largo XXV Aprile, un altro davanti al Tribunale, in piazza Carrobiolo, mentre le altre tre velostazioni verranno dislocate rispettivamente in via Sempione/ via Stelvio, nel parcheggio dell'ospedale San Gerardo e in Villa Reale. 

Tutte le stazioni saranno dotate di cicloposteggi, con un totale di 60 biciclette a disposizione in una fase di sperimentazione iniziale, una videocamera di sorveglianaza per limitare ed evitare atti di vandalismo o furti e un totem interattivo con informazioni relative al territorio e agli altri cicloposteggi.

L'accoglienza che la città riserverà all'iniziativa e l'utilizzo del servizio, insieme alla sua futura implementazione, è ancora tutta da vedere: il funzionamento del sistema non avrà come metro di misura la metropoli milanese ma piuttosto città medio-piccole, al pari del capoluogo brianzolo, dove il bike-sharing esiste e funziona.

Nello specifico caso di Monza si ipotizza un maggior numero di biciclette da posizionare in stazione ipotizzando un bacino di utenza che giunto a Monza al mattino abbia bisogno di raggiungere le varie zone cittadine ma resta da studiare il sistema di mobilitazione dei mezzi che durante l'arco della giornata dovranno poi essere ricollocati.

Per quanto riguarda i costi del servizio questi dovranno essere allineati a quelli delle altre città che offrono la possibilità del bike-sharing e ancora non sono stati definiti nel dettaglio.

L'intera operazione ha un costo totale di 330 mila euro, di cui 138 mila sono stati messi a disposizione dalla Regione.

All'interno dell'investimento è compreso anche il progetto del rifacimento del parcheggio delle biciclette della stazione sul lato di Porta Castello che diventerà la principale velostazione monzese.

Il piano d'intervento prevede la copertura e la chiusura dell'area già adibita a parcheggio delle biciclette ma di fatto poco utilizzata. A quest'area si potrà accedere tramite due porte, una di ingresso e una di uscita, dove l'accesso sarà consentito tramite la tessera regionale dei servizi così da avere tracciabilità di tutti gli ingressi. L'area per una maggiore sicurezza sarà videosorvegliata, garantendo la massima sicurezza in caso di furti e manomissioni. 

Guarda qui le immagini di come diventerà.

Per quanto riguarda i tempi di realizzazione l'assessore Confalonieri e gli architetti dell'Ufficio Mobilità che si sono occupati del progetto contano di partire con il servizio dalla prossima primavera ma le prime velostazioni saranno pronte molto prima. Attualmente si attende il progetto esecutivo dell'azienda e per metà settembre si potrà già partire con i lavori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Milano-Meda, schianto tra auto e camion: grave 45enne

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Caponago, la strada diventa bianca: rintracciato camion autore dello "sversamento"

  • Incendio a Monza, fiamme in un capannone: evacuata una scuola

  • Nuova apertura supermercato Coop a Monza, si cerca personale: ecco le offerte di lavoro

  • L'Esselunga di via Buonarroti cresce: per il comune un milione e un parcheggio al Brianteo

Torna su
MonzaToday è in caricamento