Ecco come Monza diventa più "green": raccolta differenziata, no agli sprechi d'acqua

Ammontano ad oltre 26 milioni di tonnellate i rifiuti speciali gestiti in Lombardia, il 20% circa del totale italiano

MONZA - In un periodo dove la crisi economica fa da padrona, ci sono cittadini, come quelli di Monza, che nonostante tutto si dimostrano attenti alla natura e ad evitare sprechi d’acqua.

Secondo i principali indicatori ambientali urbani relativi al 2011, la città brianzola presta molta attenzione al consumo domestico dell’acqua che è pari a 137,9 litri al giorno per ogni abitante, contro la media di 175,4 litri degli altri capoluoghi di provincia in Italia. Anche sul fronte dei rifiuti i monzesi si mostrano particolarmente accorti: a fronte di oltre 440 chilogrammi di rifiuti urbani prodotti per ciascun abitante, il 60,1% viene smaltito attraverso la raccolta differenziata, una buona prassi che negli altri capoluoghi di provincia in Italia si attesta solo al 33,4%.

Per quanto concerne l’inquinamento ambientale, i monzesi prediligendo autovetture ecocompatibili. Infatti, da quanto emerge dall’Ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza sui dati Istat, Monza è la città con il più alto di motorizzazione di questi veicoli è infatti più alto rispetto ad altre grandi città (327,7 auto ogni mille abitanti contro una media di 287,9).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento