life

Un ponte per ciclisti e pedoni per attraversare il fiume Adda

Il Parco Adda Nord si occuperà dello studio di fattibilità tecnico-economica per la realizzazione di un attraversamento ciclopedonale sul fiume Adda che possa collegare il percorso sulla sponda orografica destra con quello in fase di progettazione più a est

Un attraversamento ciclopedonale sul fiume Adda per collegare la sponda bergamasca con quella brianzola. Il Parco Adda Nord ha annunciato il progetto dell’avvio di uno studio di fattibilità tecnico-economica per la realizzazione di una passerella che colleghi il già esistente percorso sulla sponda orografica destra con quello in fase di progettazione più a est, la cosiddetta ciclovia dell’Isola.

I comuni coinvolti 

Ci stanno lavorando i Comuni di Bonate Sotto, Bottanuco (poi nominato capofila), Brembate, Capriate San Gervasio, Filago, Madone, Medolago e Suisio, e con la partecipazione di Agenda 21 e del Consorzio ATS. La dorsale sovracomunale, come anche è stata denominata, costerà 5.850.000 euro, verrà conclusa entro il 2023 ed è stata recentemente inserita da Regione Lombardia nell’ambito del programma degli interventi per la ripresa economica, il “Piano Fontana”. “Una delle richieste ascoltate più volte in questo mio anno e mezzo di Presidenza, da Lecco a Truccazzano, è costruire passaggi sul fiume, che siano stradali, ferroviari ma anche e soprattutto ciclopedonali. E secondo me è un’esigenza molto significativa. L’Adda in passato ha diviso, in questo particolare momento i Comuni e i cittadini invece chiedono di trovare nuove vie per unire le due sponde proprio per poter circolare più liberamente a piedi o in bici all’interno del Parco Adda Nord” ha detto Francesca Rota durante l’incontro con i primi cittadini di Bottanuco e Cornate tenutosi lunedì pomeriggio a Villa Gina per la firma dell’accordo per la redazione di uno studio di fattibilità volto a definire un attraversamento ciclopedonale del fiume Adda".

Se ne occuperà appunto il Parco Adda Nord e lo farà grazie al trasferimento a proprio favore del contributo di 35mila euro concesso dal Consiglio Direttivo del Consorzio BIM del Lago di Como e Fiumi Brembo e Serio rappresentato lunedì a Trezzo dal suo Presidente Carlo Personeni. Il Comune di Cornate contribuirà con altri 5mila euro. Compito del Parco sarà individuare il professionista che si occuperà della stesura del piano e di istituire il tavolo tecnico operativo a cui parteciperanno anche i referenti dei Comuni interessati e, eventualmente, i Sindaci.

Il progetto

L’attraversamento collegherà i comuni di Bottanuco e Cornate d’Adda. È già stato individuato dai tecnici un possibile “corridoio” dove costruirlo: Prà de l’Adda sulla sponda est e all’altezza dell’ultima buca del circolo golf Villa Paradiso di Cornate a ovest. Lo studio redatto dal Parco Adda Nord servirà anche a questo, stabilire il punto preciso. "Siamo tante comunità divise fisicamente da un corso d’acqua, il Parco Adda Nord però ci accomuna. Come noi comuni rivieraschi siamo uniti nel Consorzio Bim. La firma dell’accordo per lo studio di fattibilità di un attraversamento ciclopedonale che unisca le due sponde ci offre l’occasione di dare concretezza a questo tipo di discorsi. Una tappa importante di un progetto pensato da otto Comuni dell’Isola Bergamasca su cui stiamo lavorando da oltre un anno e che il Consorzio Bim ha preso a cuore. Voglio ringraziare pubblicamente il “collega” di Cornate d’Adda che ha immediatamente capito le potenzialità di questa opera» ha detto Rossano Pirola, sindaco di Bottanuco. «L’idea di una passerella l’avevamo già da 10-15 anni sul modello di quella esistente tra Suisio e Cornate. Mi piace l’idea di poterla ricostruire, un’opera del genere valorizzerebbe ulteriormente un territorio dalle potenzialità incredibili" dice Giuseppe Colombo, primo cittadino di Cornate d’Adda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un ponte per ciclisti e pedoni per attraversare il fiume Adda

MonzaToday è in caricamento