Incidenti, ogni settimana muore un ciclista: Monza tra le città più pericolose

Nel 2013, in Lombardia quarantanove persone sono morte in incidenti in bici: praticamente una vittima alla settimana. Monza, dopo Cremona e Mantova, è la terza città lombarda con più incidenti

Monza è la terza città lombarda più pericolosa per i ciclisti (Foto repertorio)

Un triste rituale. Una tragica ricorrenza. Una drammatica ripetizione. In Lombardia, nel 2013, ogni settimana è morto un ciclista. 

Nei dodici mesi dell’anno, quarantanove persone sono decedute a causa di incidenti in bici: praticamente una vittima a settimana. I numeri di uno studio effettuato dal Centro monitoraggio regionale sull’incidentalità di ciclisti e pedoni non lasciano spazio ai dubbi: la mortalità causata dalle due ruote è di sei volte superiore a quella in auto. 

Gli incidenti in bici si concentrano nelle città - 90% del totale - e la causa non è quasi mai legata al comportamento del ciclista. Le persone più esposte sono i bambini sotto i quattordici anni - 10% dei morti e 13 dei feriti - e gli anziani oltre i sessantacinque anni - 41% dei morti. 

UN CICLISTA MORTO OGNI SETTIMANA - IL DOSSIER COMPLETO

Rispetto al 2012, il numero di incidenti è sceso del 2,6%, valore inferiore alla media di diminuzione dell'incidentalità generale, -4,5. Quello dei morti è sceso del 20,9, rispetto a -25,3 a livello complessivo regionale.

Nonostante il calo, però, c’è poco da ridere. Soprattutto per Monza, che può “vantare” numeri spaventosi. Dal 2010 al 2013 in città ci sono stati 11.450 incidenti, di cui 1.760 con bici coinvolti. Negli schianti, nei tre anni, sono morte novantacinque persone, tra cui dieci ciclisti. 

Numeri che fanno di Monza la terza città più pericolosa per i ciclisti, dopo Cremona e Mantova, con un 15,4% di incidenti con biciclette sul totale. 

"I quaderni pubblicati sul sito della Regione Lombardia - ha detto l'assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali, che ha promosso l'iniziativa - analizzano i dati nel periodo 2010-2013 e vogliono essere uno spunto di riflessione per le Istituzioni e per gli utenti della strada. Non abbiamo analizzato solo l'incidentalità dei ciclisti, ma anche quella dei pedoni. I pedoni hanno rappresentato il 16% della totalità dei decessi e più dell’otto per cento dei feriti nel 2013 in Lombardia. Questi numeri sono e saranno presi in considerazione per decidere la strategia amministrativa da adottare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

morti bici-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si butta a terra all'Esselunga: "Ho fame" e gli regalano spesa. Poi sputa alla guardia

  • Mascherina obbligatoria per uscire: 250mila distribuite gratis a Monza e Brianza

  • Coronavirus, in Brianza 111 nuovi casi: al via la distribuzione (gratis) di mascherine

  • Coronavirus, nuova crescita di casi in Brianza: 141 nuovi contagi. A Monza oltre 500 positivi

  • La lettera dell'infermiera del San Gerardo: "Ho stretto le mani di chi moriva solo"

  • Negli ospedali lombardi oggi più dimessi che ricoverati: in Brianza 90 nuovi casi

Torna su
MonzaToday è in caricamento