Green

Il depuratore si trasforma in teatro: Brianzacque palcoscenico per un giorno

Lo spettacolo verrà portato in scena il 28 giugno in occasione del 55esimo anniversario dell'apertura del depuratore

Il depuratore di Monza

Il depuratore di Monza diventa palcoscenico per un giorno. Lunedì 28 giugno Brianzacque ospiterà l’anteprima nazionale dello spettacolo teatrale “Il popolo dell’acqua”. Un evento a porte chiuse riservato esclusivamente ai lavoratori dell’azienda. Uno spettacolo all’aperto,  allestito tra le due vasche di sedimentazione secondaria.

Sull'inusuale palcoscenico verrà portato in scena lo spettacolo liberamente tratto dal classico di Ibsen “Un nemico del popolo” per la regia di Massimo Donati e interpretato dalla Compagnia dei Teatri Reagenti. Sul palco, finalmente in presenza, a diretto contatto con gli spettatori, reciteranno Giacomo Rosselli, Fabrizio Careddu, Claudia Facchini, e Massimo Donati. Lo spettacolo verrà poi replicato a settembre, all’interno della rassegna Ville Aperte, promossa dalla Provincia di Monza e Brianza e di cui Brianzacque è sponsor.

Un evento organizzato per celebrare il 55esimo anniversario dell’inaugurazione del depuratore avvenuta il 16 giugno 1966.

 “Pensiamo che il depuratore sia la location di eccellenza per rappresentare un  testo  ambientato proprio in una centrale idrica – dichiara Enrico Boerci, presidente e amministratore delegato di Brianzacque -. La gestione dell’acqua pubblica rappresenta il  tema centrale dello spettacolo su cui  concentrare l’attenzione e su cui riflettere a maggior ragione adesso, nel  graduale percorso di ritorno verso una nuova normalità post covid, in chiave sempre più green".

Entusiasta della location e del progetto anche il regista. “Portare uno spettacolo teatrale dentro un’azienda – dichiara Massimo Donati - è per noi motivo di emozione e orgoglio, e un gesto di cura dal forte significato”.

Idea promossa anche da Luca Santambrogio, presidente della Provincia di Monza e Brianza. “Stiamo lavorando al palinsesto della prossima edizione di Ville Aperte in Brianza che sarà ricca di novità – dichiara -. L’apertura al pubblico del depuratore rientra nell’ottica di valorizzazione del patrimonio architettonico, ingegneristico, storico del nostro territorio. Grazie alla collaborazione con BrianzAcque abbiamo l’occasione di ampliare l’offerta di visite avvicinando i cittadini anche a luoghi inediti”.

Lo spettacolo, prodotto e finanziato dal gestore unico del ciclo idrico integrato per Monza e Brianza, nell’ambito del più ampio e articolato progetto Acqua Insieme in partnership con le Acli Milanesi,  dopo le due  messe in scena  monzesi,  approderà in una sala milanese  per poi entrare nei cartelloni delle prossime stagioni teatrali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il depuratore si trasforma in teatro: Brianzacque palcoscenico per un giorno

MonzaToday è in caricamento