rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Green Vimercate

Il comune brianzolo che inizia la battaglia contro la Takahashia Japonica

Da giovedì 19 maggio inizia un importante intervento di eliminazione dell'insetto asiatico

Ormai Monza e la Brianza (ma non solo) sono state invase dalla Takahashia Japonica. Quell'insetto di origine asiatica che avvolge i rami e succhia la linfa delle piante.  L'allarme lo aveva lanciato alcune settimane fa il monzese Gianfranco Magni che aveva inviato alla redazione di MonzaToday diverse foto e soprattutto la preoccupazione che quell'insetto potesse arrivare velocemente anche al Parco. Magni lo aveva avvistato su alcuni gelsi in via Filzi, proprio a poche centinaia di metri dalle mure del Parco di Monza. Poi è stato un susseguirsi di segnalazioni: la Takahashia Japonica è stata individuata in tutta la Brianza, in queste settimane sono numerose le immagini sui gruppi social del territorio postate da cittadini preoccupati della presenza di quello strano insetto bianco che avvolge i rami delle piante. 

Numerose le segnalazioni all'ufficio Giardini dei comuni di Monza e della Brianza. Tanto che a partire da oggi, giovedì 19 maggio, il comune di Vimercate inizierà una vera e propria battaglia contro questo insetto venuto da lontano. "Rispetto allo scorso anno - si legge nella nota stampa del comune brianzolo - non saranno più rimossi i rami interessati (solitamenti i più bassi e riparati dal sole) ma sarà utilizzato un prodotto a base di miscela di zuccheri. L’intervento inizierà nella mattinata di giovedì 19 maggio". 

La Takahashia Japonica non è pericolosa per l'uomo. "Questa coccinaglia proviene dall'Oriente ed è arrivata in Italia alcuni anni fa - spiega Pio Rossi, dipendente e docente alla Scuola Agraria del Parco di Monza -. Agisce attaccandosi ai rami ai quali preleva la linfa. Prolifica molto velocemente. E soprattutto ad oggi, essendo comunque un insetto non autoctono, non ha ancora trovato antagonisti che la fermano. Solitamente si interviene tagliando i rami infestati e bruciandoli per ridurre l'infestazione". 

L'invito, come sempre, è quello di non toccare l'insetto ma di avvisare immediatamente gli uffici comunali. 



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il comune brianzolo che inizia la battaglia contro la Takahashia Japonica

MonzaToday è in caricamento