menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atti di nascita, riconoscimento e adozione: le istruzioni del comune di Monza

Denunciare una nascita, riconoscere un figlio naturale oppure fare richiesta di adozione: le procedure da seguire a Monza

Quando nasce un bambino o si adotta un figlio è obbligatorio svolgere alcuni adempimenti burocratici. Ecco come rilasciare gli atti di nascita, riconoscimento e adozione a Monza.

Denuncia di nascita

La denuncia di nascita a Monza deve essere fatta da uno dei genitori oppure da entrambi i genitori se non coniugati.
 
Può essere resa presso:

  • l'ospedale o la clinica in cui è avvenuto il parto
  • all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune di nascita
  • all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune di residenza dei genitori, oppure in caso di residenza diversa a quello di residenza della madre, oppure a quello di residenza del padre dichiarando la volontà di entrambi. In questo caso l’atto di nascita del nato viene inviato successivamente al Comune di residenza della madre per la trascrizione e l'iscrizione anagrafica. Tale procedura verrà attuata anche in caso di dichiarazione resa all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune di nascita.

La denuncia di nascita a Monza deve essere fatta entro 3 giorni presso il centro di nascita, entro 10 giorni negli altri casi. Il genitore dovrà portare il suo documento di identità e l'attestazione di nascita rilasciata dall'ostetrica.

I neonati e le loro famiglie riceveranno dal Comune di Monza come regalo di benvenuto una poesia.

L'ufficio di Stato Civile riceve le dichiarazioni di nascita esclusivamente su appuntamento.
Per prenotazione telefonica: 039-2372262.

Riconoscimento del figlio naturale

Un figlio naturale può essere riconosciuto anche dopo la sua nascita, a patto che il genitore biologico abbia compiuto i 16 anni di età.

Il riconoscimento di figlio nascituro è infatti quel procedimento diretto al riconoscimento del figlio nato fuori dal matrimonio, con apposita dichiarazione posteriore al concepimento e prima della nascita dello stesso (Art. 254 cc.).

Chi intende riconoscere un figlio naturale in un momento successivo alla nascita è opportuno che chiami l’Ufficio dello Stato Civile (039-2372262) per chiarimenti su quanto è necessario, in quanto la casistica è varia e dipende dall’età del figlio da riconoscere. La documentazione amministrativa occorrente per la formazione dell’atto, viene acquisita direttamente dall’Ufficiale di Stato Civile.

Adozione

Come in tutta Italia, anche le famiglie che vogliano adottare un bambino a Monza dovranno rispettare alcuni requisiti.

L’adozione è infatti permessa ai coniugi uniti in matrimonio da almeno tre anni, o che raggiungano tale periodo sommando alla durata del matrimonio il periodo di convivenza prematrimoniale, e tra i quali non sussista separazione personale neppure di fatto e che siano idonei ad educare, istruire ed in grado di mantenere i minori che intendano adottare. Fermo restando che:

  • la differenza minima tra adottante e adottato è di 18 anni;
  • la differenza massima tra adottanti ed adottato è di 45 anni per uno dei coniugi, di 55 per l'altro. Tale limite è derogato se i coniugi adottano due o più fratelli, ed ancora se hanno un figlio minorenne naturale o adottivo.

Per adottare un bambino a Monza è necessario rivolgersi al Tribunale dei Minorenni di Milano (Tel. 02.4672212 – 02.46721) per rilasciare la dichiarazione di disponibilità all'adozione.

La domanda deve contenere:

  • certificato di nascita dei coniugi
  • stato di famiglia
  • dichiarazione di assenso all’adozione
  • la busta paga
  • certificati medici che attestano il buon stato di salute degli adottanti

La domanda ha una validità di 3 anni ed è rinnovabile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento