Promos: incontri sull'internazionalizzazione

A Monza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

In Camera di commercio di Monza e Brianza due giorni di incontri dedicati all'internazionalizzazione. L'11 febbraio, alle ore 10.00, il seminario "Ucraina: opportunità nel comparto edilizia e costruzioni, un incontro di presentazione del comparto dell'edilizia e delle costruzioni in Ucraina e delle opportunità di business per le imprese italiane, e il 12 febbraio, ore 10.00, presentazione del Bando Voucher 2014 per l'internazionalizzazione delle imprese lombarde e dei nuovi servizi di consulenza e assistenza per la scelta e la gestione degli strumenti finanziari e assicurativi. Questi due appuntamenti fanno parte dell'Exportour Lombardia ideato da Promos, Azienda Speciale per le Attività Internazionali della Camera di Commercio di Milano.

Il comparto dell'edilizia in Ucraina è in fase di espansione grazie all'incremento del livello del reddito medio. Aumenta la domanda di nuovi spazi abitativi e conseguentemente la richiesta di prodotti per l'edilizia, in particolare materiali, componenti e finiture di fascia alta, segmento nel quale le aziende italiane possono trovare ottime opportunità.

"L'obiettivo di questo incontro" - dichiara Pier Andrea Chevallard, direttore di Promos - "E' sostenere la competitività e lo sviluppo delle imprese di Monza e provincia sui mercati esteri, nello specifico quello ucraino, fornendo alle aziende che vogliono internazionalizzare il proprio business un approfondimento specifico sui servizi e gli strumenti per l'internazionalizzazione".

"L'internazionalizzazione è una strada che dobbiamo continuare a percorrere se vogliamo mettere le nostre imprese nelle condizioni di tornare a crescere - ha dichiarato Carlo Edoardo Valli, Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza - Iniziative come quella che promuoviamo quest'oggi possono diventare occasioni strategiche per le nostre imprese, perché consentono di acquisire gli strumenti necessari per valutare le possibilità di apertura verso mercati e settori specifici."

L'incontro, organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Monza e Brianza, fa parte dell'Exportour Lombardia, ideato da Promos. Un ciclo di incontri realizzati in collaborazione con istituzioni e soggetti del territorio, con l'obiettivo di fornire alle imprese lombarde un approfondimento specifico sui servizi e gli strumenti per l'internazionalizzazione a loro disposizione e un focus su alcuni mercati esteri che presentano interessanti opportunità di business.

L'Exportour Lombardia, inoltre, sarà anche l'occasione per presentare il Bando Voucher Internazionalizzazione 2014, attraverso cui la Regione Lombardia e il Sistema Camerale lombardo, tramite Promos, soggetto attuatore, mettono a disposizione delle imprese lombarde quasi 5 milioni di euro nel 2014 per promuovere la propria attività fuori dall'Italia, finanziamenti sotto forma di voucher, per acquisire servizi di consulenza, partecipare a missioni commerciali e a fiere internazionali all'estero. Sono previste tre tipologie di voucher: acquisto di servizi di consulenza e supporto all'internazionalizzazione; missioni economiche all'estero; fiere internazionali all'estero in forma aggregata o individuale. L'importo del voucher varia tra 1.200 e 3.000 euro, a seconda della tipologia dell'iniziativa e dell'area geografica di riferimento. Il bando è a sportello, finanzia gli eventi fino al 31 gennaio 2015 e prevede tre finestre di presentazione delle domande: marzo, maggio e settembre.

"Il Bando Voucher Internazionalizzazione 2014 rappresenta un importante e concreto sostegno per le imprese" - afferma Pier Andrea Chevallard, Direttore di Promos - "Grazie a questa misura, le imprese possono ottenere finanziamenti sotto forma di voucher per acquisire servizi di consulenza, partecipare a missioni commerciali e a fiere internazionali all'estero. Una forma di assistenza che riproponiamo ormai da diversi anni e che riscuote sempre un notevole successo".

In Lombardia sono circa 170 mila le imprese quelle che già hanno relazioni con l'estero, più di una su cinque (stima Camera di commercio di Milano su dato censimento Istat). Nei primi sei mesi del 2013 l'export si è mantenuto sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno e ha superato i 54 miliardi, con una contrazione delle esportazioni verso i partner europei (-3,3%) mentre sono cresciute quelle dirette in Asia orientale (+9,3%): in particolare, verso Singapore (+46%), Corea (+25,6%), Cina e Hong Kong (rispettivamente: +4,5% e +2,4%) e Giappone (+3,9%). In deciso incremento anche Russia (+13,9%) e Turchia (+8,8%), bene Stati Uniti (+3,9%) e America Centro Meridionale (+3,6%). Stabile il Medio Oriente. Nel manifatturiero le esportazioni di moda e di prodotti alimentari continuano ad aumentare: abbigliamento e accessori con oltre 5,4 miliardi di euro segnano un +3,6%, alimentari, vini e bevande con 2,36 miliardi di euro raggiungono un +4,4%. Emerge da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati Istat nei primi sei mesi 2013, in confronto allo stesso periodo del 2012.

Tra le province lombarde, Milano con un interscambio complessivo di 48,5 miliardi di euro prevale nettamente sia nell'import con quasi 30 miliardi che nell'export con circa 19 miliardi. Vengono poi Brescia e Bergamo che superano entrambe i 10 miliardi e mezzo di scambi. In crescita Pavia, sia nell'import (+4,6%) che nell'export (+5,7%).

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento