rotate-mobile
MonzaToday

La Lombardia si conferma la regione con più celiaci: sono quasi 44mila gli assistiti di cui oltre 5mila nelle province di Monza e Brianza e Lecco

In occasione della Settimana Nazionale della Celiachia, giunta alla sua 8° edizione, AIC Lombardia Onlus scende in campo a supporto della comunità celiaca lombarda attraverso numerose iniziative: tra queste non mancheranno corsi di cucina formativi e momenti di condivisione presso le scuole del territorio. “In quanto realtà di riferimento, promuoviamo una serie di attività utili ad informare e sensibilizzare”, afferma Isidoro Piarulli, presidente di AIC Lombardia. Secondo il monitoraggio delle autorità sanitarie locali, le aree con il maggior numero di diagnosticati sono quelle coperte da ATS Città Metropolitana di Milano (prov. di Milano e Lodi, 13.791 casi), ATS Bergamo (prov. di Bergamo, 6.433 casi) e ATS Insubria (prov. di Varese e parte di quella di Como, 6.131 casi)

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

La Settimana Nazionale della Celiachia giunge alla sua 8° edizione: l’appuntamento è in programma dal 14 al 22 maggio, in corrispondenza della Giornata Internazionale della Celiachia (16 maggio), e anche quest’anno non mancano iniziative ludiche e formative a supporto di una comunità celiaca sempre più presente sul territorio nazionale. Le prime indicazioni in merito giungono dalla “Relazione Annuale al Parlamento sulla celiachia”, pubblicata di recente sul sito del Ministero della Salute: secondo il documento indicato la Lombardia è la regione con il maggior numero di diagnosticati con quasi 44mila casi accertati, di cui 30.384 femmine e 13.535 maschi. Seguono il Lazio (2° con 23.633 casi) e la Campania, la quale completa il podio con 22.542 celiaci. Entrando più nel dettaglio, ci sono ulteriori dati riguardanti la regione lombarda e vengono evidenziati da AIC Lombardia Onlus: si registra, infatti, un aumento di oltre 2mila casi registrati nel corso del 2021 (+5% rispetto al 2020). Inoltre, stando al monitoraggio delle Agenzie di Tutela della Salute, le aree con il maggior numero di celiaci sono quelle coperte da ATS Città Metropolitana di Milano (provincia di Milano e Lodi, 13.791 casi), ATS Bergamo (provincia di Bergamo, 6.433 casi) e ATS Insubria (provincia di Varese e parte di quella di Como, 6.131 casi). Considerando l’importanza dei numeri, AIC Lombardia Onlus, organizzazione attiva da oltre 40 anni con più di 5.100 associati e mediamente 50 volontari, scende in campo a loro supporto grazie ad innumerevoli attività organizzate in vista proprio della Settimana Nazionale della Celiachia e rese note sul sito della stessa organizzazione al seguente link: lombardia.celiachia.it. “Rappresentare e supportare la comunità celiaca nella forma più inclusiva possibile: questa è la nostra mission – dichiara Isidoro Piarulli, presidente di AIC Lombardia Onlus – L’ottava edizione della Settimana Nazionale della Celiachia è alle porte e stiamo mettendo a punto una serie di attività e iniziative proprio per coinvolgere tutti i componenti della comunità, sia grandi sia piccini. Grazie ad esse siamo convinti di agire concretamente nel quotidiano, dando continuità a quanto fatto sino ad ora e mettendo in evidenza anche tutti gli aspetti a cui prestare attenzione nei diversi contesti giornalieri tra cui la scuola. Gli appuntamenti saranno innumerevoli e, in quanto realtà di riferimento del territorio, saremo sempre a disposizione per offrire ai celiaci l’assistenza di cui hanno bisogno”. La prima iniziativa, in ordine di tempo, si terrà in data 14 maggio e sarà un sondaggio social grazie a cui i follower delle pagine Facebook e Instagram dell’associazione potranno votare il proprio “Supermais” preferito: si tratta di un testimonial, anzi un vero e proprio supereroe di sostentamento nella dieta celiaca. La mascotte prescelta verrà proclamata il 20 maggio e sarà presente in tutte le attività di comunicazione di AIC Lombardia Onlus. Il giorno dopo, domenica 15 maggio, ci sarà una “Pizzata in compagnia” presso il ristorante Vecchio 800 di Gavirate (VA). E ancora, lunedì 16 maggio sarà di scena “Tutti a Tavola, Tutti Insieme”, ovvero la prima di una serie di giornate, che coinvolgeranno le scuole del territorio, al termine delle quali saranno serviti ben 77mila pasti gluten free. I primi in ordine di tempo a vivere l’esperienza saranno 1.600 alunni di otto scuole d’infanzia e primarie del comune di Peschiera Borromeo (MI), grazie alla collaborazione di Pellegrini S.p.A, oltre a 125 bambini di altre due scuole dell’infanzia e primarie del comune di Poggio Rusco (MN) in collaborazione con CIR Food. Per l’occasione saranno servite delle pietanze gluten free ai bambini delle scuole, compatibilmente con gli alimenti esclusi dalla loro dieta. Ma non è tutto perché nella stessa giornata si terrà anche un corso base online riservato agli operatori del settore alimentare per l’adesione al programma “Alimentazione Fuori Casa”. Quest’ultimo è nato per soddisfare il bisogno del celiaco di frequentare locali e strutture informate sul senza glutine. Martedì 17 maggio, dalle 18.00 alle 20.30, ci sarà invece un corso di cucina online dedicato ai soci e denominato “La nostra idea di cena speciale”: in compagnia della chef Ilaria Bertinelli del blog “Uno chef per Gaia”, gli iscritti avranno l’opportunità di mettersi alla prova con ricette gustose e accattivanti. Inoltre, torna “Tutti a tavola, Tutti Insieme”, questa volta in compagnia dei 300 alunni di tutte le scuole del comune di Lurago D’Erba (CO). Il programma della settimana prosegue con mercoledì 18, giornata in cui i soci potranno interfacciarsi da remoto con la Dr.ssa Lavinia Cappella, dietista di AIC Lombardia, nel corso dell’appuntamento “Celiachia e alimentazione senza glutine: verità e falsi miti” per approfondire la propria conoscenza in termini di educazione alimentare. L’incontro è previsto dalle 18.00 alle 19.30 ed è possibile prenotare il proprio posto a partire dal 9 maggio. Nello stesso giorno, in collaborazione con Dussmann Service, ecco nuovamente “Tutti a tavola, Tutti Insieme”: per l’occasione saranno servite delle pietanze gluten free a 2.150 alunni delle scuole presenti a San Giuliano Milanese (MI) e a 800 bambini delle scuole di Cassina de Pecchi (MI). Il giorno successivo, giovedì 19 maggio, l’evento si ripeterà a Milano: insieme a Milano Ristorazione S.p.A, infatti, saranno 70mila i bambini di 432 scuole d’infanzia primarie e secondarie della metropoli meneghina a vivere l’esperienza. E non è finita qui, il viaggio alla scoperta del mondo della celiachia nelle scuole prosegue venerdì 20 maggio con tre nuovi appuntamenti: a Seveso (MI), insieme a 1030 alunni di 5 scuole, a Verano Brianza, con 350 alunni di una scuola primaria, e a Cesana Brianza (LC) e Bovisio Masciago (LC) in compagnia di 330 bambini e ragazzi iscritti a tutte le scuole dei due comuni. In data 21 maggio, invece, tornano protagonisti i soci con un nuovo corso di cucina online, chiamato “Torte per la prima colazione” che si terrà in compagnia della chef Daniela Gelosa di Fragole e Cioccolato. E per l’ultimo giorno? Ci sarà la “Festa di Primavera”, ovvero un pranzo all’insegna della convivialità che avrà luogo presso il ristorante “La Paul” di Sirmione (BS). Per concludere, ecco la classifica delle aree lombarde, suddivise per ATS, in cui è stato diagnosticato il maggior numero di casi di celiachia: 1) ATS Città Metropolitana di Milano (provincia di Milano e Lodi): 13.791. 2) ATS Bergamo (provincia di Bergamo): 6.433. 3) ATS Insubria (provincia di Varese e parte della provincia di Como): 6.131. 4) ATS Brianza (provincia di Monza e Brianza oltre a Lecco): 5.885. 5) ATS Brescia (provincia di Brescia esclusa la Val Camonica): 5.866. 6) ATS Val Padana (provincia di Cremona e Mantova): 2.889. 7) ATS Pavia (provincia di Pavia): 1.700. 8) ATS Montagna (provincia di Sondrio, parte della provincia di Como e Val Camonica): 1.228.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lombardia si conferma la regione con più celiaci: sono quasi 44mila gli assistiti di cui oltre 5mila nelle province di Monza e Brianza e Lecco

MonzaToday è in caricamento