rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
MonzaToday

La medaglia “Lions running, la gara più bella di sempre” insegna i valori di Special Olympics

Svelata la medaglia di partecipazione che sarà consegnata a tutti i bambini, un simbolo speciale che racconta i valori di Special Olympics. Si corre o cammina per solidarietà per 5 o 10 km domenica 29 maggio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

MONZA – Solidarietà, sport giovanile, amicizia, divertimento. C’è tutto nei pensieri degli organizzatori della “Lions running, la corsa più bella di sempre” di domenica 29 maggio, evento organizzato da Lions Club Lissone e distretti 108lb1 e 10blb4 e patrocinato da Regione Lombardia, Comune di Monza, Provincia di Monza e Brianza e Reggia di Monza e con il supporto tecnico di Corona Ferrea ASD e Runners Desio. L’intento è promuovere benessere e attenzione per il sociale attraverso una giornata di sport, la manifestazione è un’occasione di grande solidarietà, tutto il ricavato sarà infatti destinato a Corona Ferrea ASD per il progetto Special Olympics la cui attenzione è rivolta ad atleti con fragilità intellettiva e relazionale. LE GARE – Si potrà scegliere tra due percorsi, 5 o 10 km, entrambi a carattere non competitivo, non è, quindi, necessario essere in possesso del certificato medico agonistico né del tesseramento presso la federazione italiana di atletica leggera. Queste caratteristiche di forte inclusione permettono di dare il benvenuto a tutti, famiglie con bambini, quattrozampe e chiunque abbia voglia di respirare il clima di entusiasmo che accompagna del sano sport all’aria aperta con obiettivo solidarietà. Clicca QUI per il video del percorso. I LIONS – Il Lions Club International è la più grande organizzazione umanitaria al mondo, conta 1,4 milioni di soci in oltre 47.000 club in tutto il mondo. I soci sono uomini e donne che offrono il proprio tempo alle cause umanitarie. Fondata nel 1917 a Chicago, l’associazione ha come motto «Noi Serviamo». In tutto il mondo, i Lions Club sono al servizio del prossimo dedicando il proprio tempo all’aiuto dei bisognosi da oltre 100 anni. L’associazione Lions rientra tra le organizzazioni più efficienti, grazie all’operosità dei soci sempre pronti a fare tutto ciò che è necessario per le proprie comunità locali, dal supporto a bambini che necessitano di occhiali, ad anziani in condizioni di disagio economico, a persone afflitte da problemi di salute o colpite da calamità naturali. CLICCA QUI per il video conoscitivo. LA MEDAGLIA – La medaglia finisher sarà consegnata a tutti i bambini che parteciperanno alla manifestazione con il duplice obiettivo di rappresentare una memoria e di seminare i valori di Special Olympics. Un oggetto di classica forma rotonda e dorato, da un lato il giuramento degli Special Olympics “Che io possa vincere ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze” inciso in forma circolare per abbracciare gli atleti, a loro volta uniti per mano a testimonianza che il primo obiettivo di Special Olympics è l’inclusione. Sull’altra faccia della medaglia è incisa la scritta “Play the Games”, i giochi dedicati agli Special Olympics che fin dalla prima edizione rappresentarono un reale e prezioso strumento per sensibilizzare il territorio, al fine di promuovere, attraverso lo sport, una cultura dell’inclusione che educa alla comprensione ed alla valorizzazione della diversità in ogni sua più ampia espressione. ISCRIZIONI – Le iscrizioni sono aperte sul sito CLICCA QUI. Il costo di partecipazione è di 10 euro che saranno interamente devoluti al progetto Special Olympics. Le iscrizioni sono gratuite per i bambini al di sotto dei 10 anni che riceveranno anche la medaglia di partecipazione all’evento. Per la partecipazione sarà obbligatorio rispettare le normative sanitarie in materia di prevenzione della diffusione del COVID19 vigenti alla data della manifestazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La medaglia “Lions running, la gara più bella di sempre” insegna i valori di Special Olympics

MonzaToday è in caricamento