rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
le previsioni

Si muore dal caldo: ecco quando scenderanno le temperature

Bisogna avere pazienza, poi anche anche in Brianza si tornerà a respirare

Il peggio (forse) è quasi alle spalle, almeno per gli abitanti del centro-nord. Come riferiscono i colleghi di Today il fronte meteo ci aspetta una breve tregua. Come spiegavamo ieri tra oggi e domani al nord inizieranno a farsi sentire gli effetti di un impulso instabile proveniente dall'Atlantico. Nulla di eclatante, sia chiaro: anzi come spiega 3BMeteo su alcune zone, almeno nella giornata di oggi, le temperature potrebbero addirittura aumentare. Le correnti atlantiche in arrivo saranno invece responsabili di qualche temporale sui settori alpini/prealpini centro orientali. Andrà per fortuna meglio all'inizio della prossima settimana quando un flusso d'aria più fredda si farà largo sulla penisola portando anche a un abbassamento di qualche grado delle temperature, sia minime che massime, su buona parte del nord e una lieve riduzione anche sulle regioni centrali. Questo nuovo impulso perturbato dovrebbe far sentire i suoi effetti dal pomeriggio sera dal pomeriggio sera di lunedì 25 luglio, sebbene le tempestiche siano ancora incerte. Insomma, arriverà un po' di refrigerio sebbene il calo delle temperature (specie al centro) sarà lieve e, come precisano da 3BMeteo, non tutti gli italiani potranno godere di questa tregua: al Sud infatti il grande caldo continuerà a farla da padrone. 

Che tempo farà ad agosto?

Che cosa ci aspetta invece nel mese di agosto? Le previsioni a medio termine vanno ovviamente prese con le pinze, ma è possibile comunque già tracciare una tendenza generale per la prima parte del mese. Secondo 3BMeteo, è lecito attendersi "un Nord più caldo della media ma senza temperature estreme e con qualche passaggio fresco e temporalesco". Le temperature saranno molto elevate anche al  centro e al Sud dove anzi saranno possibili "locali situazioni di caldo estremo" che però, anche in questo caso, potrebbero essere associate a break temporaleschi nelle zone interne. In sostanza, i modelli vedono ancora favorito l'anticiclone africano ma rispetto a luglio potrebbe esserci una differenza: ovvero "l'azione del flusso nord atlantico in fisiologica ripresa dopo la stagnazione del periodo centrale dell'estate". Insomma, le temperature continueranno a essere sopra la media, ma probabilmente il caldo sarà più sopportabile (specie al nord) e rispetto al mese di luglio i break instabili potrebbero essere più frequenti.  Lo ribadiamo: si tratta di una tendenza meteo da prendere con cautela. Aggiornamenti più dettagliati arriveranno nei prossimi giorni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si muore dal caldo: ecco quando scenderanno le temperature

MonzaToday è in caricamento