Mondiali pattinaggio artistico Inline 2016

Lungo week-end di gare e grandi soddisfazioni per gli atleti del sodalizio monzese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Un'ottima riuscita per l'edizione milanese del 6th WIFSA World Open 2016, il Campionato Mondiale di pattinaggio artistico e danza inline, tenuti lo scorso 25-26 giugno.

Nelle stupenda cornice del Palalido di Milano, organizzato dalla Società monzese Sportculture, capitanata e allenata da Marta Bravin, l'edizione 2016 ha visto la partecipazione di oltre 250 atleti, provenienti da 4 continenti, supportati in gara da un folto pubblico.

Gli atleti di casa hanno ben figurato, confermando i risultati già ottenuti nell'edizione 2015.

Federica Ghezzi, atleta biassonese, sulle note di "The story of my life" ha confermato il terzo posto del 2015, in un gara molto equilibrata che l'ha vista in uno splendido testa a testa con le atlete irlandesi, già incontrate in precedenti gare nel corso dell'anno, scambiandosi più volte la posizione sul podio, segno di un grande equilibrio e di un'ottima preparazione raggiunta.

Gare di esordio internazionale per Tommaso Ghezzi e Chiara Bellati, che conquistano rispettivamente il secondo e terzo posto nelle loro categorie.

A completare il successo degli atleti di casa le ottime prove di Carola Re ed Erika Strazio a cui sfugge il podio per pochi punti. Completano il successo i piazzamenti di Alice Alberti, Aurora Cogliati, Bianca Galbani, Lara Grinzi, Lorenza Iannoccari, Carla Mazzali, Alice Pulici, Sofia Pulici, Martina Sartor, Maria Terlizzi, Laura Tressoldi, che pur non raggiungendo il podio, hanno dato del filo da torcere alle avversarie, il alcuni casi sfiorando il podio per pochissimi centesimi di punto.

Da segnalare un grande esempio di sportività, quando Marco Viotto, durante la sua gara, ha rotto i pattini, e prontamente gli sono stati offerti i pattini appena usati dal suo rivale Antonio Panfili, consentendogli, dopo un "pit-stop" da Formula 1 accompagnato dagli applausi del pubblico, di portare a termine la gara.

I risultati raggiunti, dice Marta Bravin, mostrano la costante e veloce ascesa della disciplina a livello mondiale. Il numero dei partecipanti è notevolmente aumentato, così come il livello tecnico raggiunto. Le nostre atlete si sono duramente allenate tutto l'anno in vista delle gare milanese, dove hanno dato il meglio di sé, confrontandosi con l'élite mondiale della specialità.

Dopo un breve periodo di vacanze gli atleti riprenderanno con gli allenamenti, sia all'aperto sulla pista adiacente il Centro Nei di Monza, sia poi presso la sede della società di Via Tommaso Campanella 2 a Monza. Sulla pagina Facebook e sul sito www.sportculture.it sono pubblicati video e foto delle gare, i programmi agonistici e formativi.

Torna su
MonzaToday è in caricamento