Monza protagonista di un romanzo

Alla Biblioteca Civica di Monza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

“Il nome della notte” è un libro che in una sbrigativa catalogazione potrebbe essere definito un noir. In realtà è molto di più: “è un romanzo di ottimo impianto narrativo descrittivo - attento all’indagine psicologica e sociale dei diversi attori della vicenda” (A.I. Epancina, La Rivista Intelligente). Nel romanzo viene delineato un quadro sufficientemente ampio dell’Italia di oggi. La vicenda, ambientata interamente a Monza, trae i suoi prodromi dall’omicidio di una prostituta, e appare sin da subito estremamente complessa. Man mano che l’inchiesta si allarga, cresce l’amplificazione mediatica, divenendo un caso che ognuno cavalcherà per propri interessi: mafie locali e mafia nigeriana, un misterioso gruppo xenofobo, un magistrato ambizioso, giornalisti senza scrupoli, politici interessati a smorzare o ad amplificare il caso. Solo a un anomalo vice questore - senza un passato scomodo alle spalle, senza complicazioni sentimentali e innamorato della propria famiglia - interesserà davvero dare giustizia alla giovanissima prostituta brutalmente uccisa. È inutile dire che non mancheranno le sorprese e un colpo di scena finale. "Dietro a queste pennellate nere, come la pelle della vittima e come la notte che la avvolge e la inghiotte, che si insinuano come coltellate inattese in uno stile ironico e pungente, si scorge la mente raffinata e tagliente dell’autore, avvezzo all’osservazione e al pensiero indipendente" (A. Selmi, Il Cittadino).

Martedì 10 aprile presso la Biblioteca Civica di Monza alle ore 18.00 (via Padre Reginaldo Giuliani 1/a) Marco Speciale presenterà il romanzo e dialogherà col pubblico, accompagnato dall’attrice Cinzia Ceruti, che interpreterà alcuni brani.

Torna su
MonzaToday è in caricamento