Mimmo Paladino - Pinocchio torna a scuola

Il Collegio della Guastalla di Monza (Mb) ospita fino al 9 giugno 26 opere grafiche dedicate al personaggio di Collodi del grande artista beneventano, noto in tutto il mondo per la sua opera di pittore e scultore. In concomitanza con l’esposizione sono previsti diversi eventi e attività che coinvolgono l’intero quartiere di San Fruttuoso

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Dal 15 maggio al 9 giugno il Collegio della Guastalla di Monza, scuola paritaria fondata nel 1557, ospiterà la mostra “Mimmo Paladino - Pinocchio torna a scuola”. L’esposizione, promossa direttamente dal Collegio della Guastalla,  è stata curata da Grazia Massone, membro del Comitato scientifico del CREA, Università Cattolica di Milano, e rientra tra gli eventi promossi nell’ambito del progetto “Il Collegio della Guastalla: un luogo di cultura nel cuore di Monza, una storia di oltre 450 anni. Un patrimonio culturale e paesaggistico da scoprire, arte e cultura da vivere”, sviluppato con il contributo della Fondazione Cariplo. L’esposizione ha, inoltre, il patrocinio del Comune di Monza. Mimmo Paladino è uno dei più grandi artisti italiani viventi, conosciuto in tutto il mondo per la sua opera di pittore e scultore. Una grande mostra a Brescia lo ha appena celebrato, disseminando nella città le sue sculture che riprendono - come i suoi dipinti - i temi e le forme del mondo classico. Meno conosciuta, forse, è la sua attività di grafica, peraltro molto significativa e documentata nella recente esposizione lecchese Grandi Cicli Incisori 1986-2012.  Nella tradizione del “libro d’artista” Paladino interpreta il Pinocchio di Collodi secondo il suo stile immaginifico e colorato, sperimentando una grafica raffinata e al tempo stesso semplice, adeguata al libro più noto di letteratura per l’infanzia. Non è solo illustrazione, ma un altro testo, che affianca il testo letterario e racconta con le immagini piccole storie dentro la grande storia della narrazione di Collodi. Ci sono tutti gli elementi dell’arte di Paladino: il richiamo a forme arcaiche e alla classicità, gli archetipi. Così come l’utilizzo di diverse tecniche grafiche cui si aggiunge l’inserimento di materiali, come il legno, la foglia d’oro e la fotografia. 26 OPERE GRAFICHE SU PINOCCHIO Nel 2004 la riflessione di Paladino su Pinocchio si articola in due grandi produzioni: la realizzazione delle illustrazioni del libro di Collodi - rivolto al grande pubblico di bambini di oggi e di ieri - e il doppio ciclo di opere grafiche che vengono esposte in una mostra che fa il giro del Giappone, in otto sedi differenti. Nella tradizione del “libro d’artista” Paladino interpreta il Pinocchio di Collodi secondo il suo stile immaginifico e colorato, sperimentando una grafica raffinata e al tempo stesso semplice, adeguata al più noto libro italiano di letteratura per l’infanzia. TANTI GLI EVENTI COLLATERALI Parallelamente all’esposizione, il cui ingresso è gratuito, sarà attivata una serie di eventi rivolti ad adulti, adolescenti e bambini: una tavola rotonda sulla fortuna esistenziale, artistica e letteraria di Pinocchio; laboratori creativi per bambini dai 5 ai 7 anni e dagli 8 ai 10 anni, sviluppati e gestiti dal CREA e, in collaborazione con l'Associazione Culturale San Fruttuoso, la maratona di lettura del libro di Collodi e un contest pittorico. Tutti i dettagli su www.guastalla.org INFO TECNICHE MOSTRA QUANDO: dal 15 maggio al 9 giugno 2018 DOVE: Salone d'Onore del Collegio della Guastalla, viale Lombardia 180, Monza (MB) GIORNI DI APERTURA Lunedì, mercoledì, venerdì dalle 9.00 alle 12.00 Martedì, giovedì dalle 15.00 alle 18.00 Ingresso gratuito Previste visite su appuntamento per gruppi e scolaresche chiamando lo 039740470 Per maggiori informazioni sui laboratori creativi: www.guastalla.org

Torna su
MonzaToday è in caricamento