#Rispettiamoci: nasce la campagna per prevenire gli incidenti in bici

Gli incidenti in bici sulle strade italiane sono in costante aumento. Nasce così una nuova campagna di sensibilizzazione sul tema, che fornisce 10 regole basilari ad automobilisti e ciclisti

Gli incidenti per i ciclisti continuano ad aumentare. Sulle strade italiane se ne contano circa 327 ogni settimana, in media. Il Giro d’Italia ha così deciso di lanciare una nuova campagna di sensibilizzazione, promossa da ACI e intitolata #rispettiamoci. L’idea è quella di diffondere il più possibile 10 regole basilari, valide per guida un’auto e chi una bicicletta, indifferentemente.

Giro d’Italia: #rispettiamoci

Tutte le prime tappe del Giro d’Italia 2019 sono state dominate dall’hashtag, comparso sui social di appassionati e sportivi, così come sugli specchietti di molti automobilisti. Gli stessi corridori si sono resi protagonisti della campagna, a cominciare da Valerio Conti, maglia rosa, così come Fuasto Masnada, primo vincitore di tappa italiano in quest’edizione.

Le 10 regole della campagna #rispettiamoci

Dieci regole da seguire in strada, a bordo di una bici o di un’automobile:

  1. I ciclisti sono vulnerabili, dunque necessitano d’essere tutelati e rispettati in strada
  2. Mantenere sempre una distanza di sicurezza dai ciclisti, soprattutto durante le delicate manovre di sorpasso
  3. Sorpassare un ciclista e poi svoltare a destra vuol dire rischiare un incidente, mai gravoso per l’auto ma potenzialmente letale per chi è su due ruote
  4. Fare attenzione agli specchietti laterali
  5. Prestare attenzione alla strada prima di spalancare il proprio sportello
  6. Controllare sempre lo stato della propria bici
  7. Facilitare il proprio riconoscimento, rendendosi il più possibile visibili in bici, soprattutto di notte
  8. Evitare l’uso di cellulari e auricolari in sella. Questi possono distrarre dalla guida e impedire l’ascolto di eventuali segnalazioni acustiche
  9. Indossare sempre il casco e altre protezioni
  10. Rispettare il codice stradale, procedendo sempre in fila ed evitando di occupare l’intera careggiata

Acquistare una bici a Monza

Quella della bici è una vera e propria passione, sempre più diffusa grazie ai modelli elettrici. Occorre però approcciarla nel modo giusto, seguendo le regole. È consigliabile dunque prendersi sempre cura della bici acquistata, facendola controllare prima di metterla in strada. Nel negozio specializzato in cui si è operato l’acquisto si potrà inoltre fare rifornimento di tutto il necessario per la propria protezione. Ecco dove a Monza:

Sardi Cicli – Via Gaetano Annoni, 29

Parcobici Biciclette Elettriche – Via Carlo Prina, 22

Piazzino – Via Carlo Rota, 18

Biciclette Leri – Via Varese, 2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento