rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sicurezza

Cellulare alla guida? Ora si rischiano 1700 euro di multa

Una modifica al Codice della Strada prevede multe salatissime per chi viene sorpreso col cellulare in mano. Ecco come cambieranno le sanzioni

L'uso dello smartphone alla guida è un’abitudine sempre più frequente in Italia. Ed è un comportamento che, oltre ad essere molto rischioso, può anche costare caro.

Una modifica del Codice della Strada prevede infatti l’aumento della sanzione, nel caso in cui si verrà sorpresi con lo smartphone in mano mentre si è al volante. Nessun cambiamento invece per quanto riguarda la sospensione della patente, provvedimento che verrà applicato solo in caso di recidiva entro 24 mesi dalla prima infrazione. Quella che rimane una delle principali cause di incidente in Italia vedrà presto salire le sanzioni: si andrà da un minimo di 422 ad un massimo di 1697 euro, contro i 161 e i 647 euro ora in vigore, a cui si aggiunge il decurtamento di cinque punti dalla patente di guida. Il ritiro della patente, invece, potrà arrivare fino a tre mesi. 

Ma quali sono gli obblighi che riguardano l’uso del cellulare alla guida?

Nel nostro Paese, quando si è al volante, il cellulare si può utilizzare solo attraverso l’uso di auricolari o dispositivi vivavoce, ricordando che nel caso dei primi l’orecchio occupato deve essere solo uno (l’altro orecchio va lasciato libero di sentire eventuali suoni o rumori esterni). È importante ricordare che la connessione al dispositivo vivavoce deve avvenire solo a veicolo fermo. Assolutamente vietato quindi tenere il cellulare anche con una sola mano, pure se ci si trova fermi ad un semaforo. Chi verrà sorpreso a non rispettare queste semplici regole rischia non solo di provocare un incidente, ma potrebbe vedersi arrivare una multa davvero molto salata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cellulare alla guida? Ora si rischiano 1700 euro di multa

MonzaToday è in caricamento