rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Sicurezza

Gasolio ghiacciato: come evitare questo spiacevole inconveniente

La tua auto non parte per via del gasolio ghiacciato? Ecco come puoi rimetterla in moto, e cosa fare per evitare che succeda di nuovo

Hai mai sentito parlare di gasolio ghiacciato? In realtà, con questa espressione ci si riferisce ad un processo di scissione. Quando le temperature sono molto rigide, dal gasolio si separano le paraffine: queste, sotto forma di piccole palline, vanno ad occludere il serbatoio. Così, il carburante non passa e l'auto non parte.

Tuttavia prevenire il problema si può, anche se non si vive in zone di montagna o in aree in cui gli inverni sono molto freddi e i distributori vendono già gasolio additivato (il cosiddetto gasolio invernale, formulato per resistere a temperature fino a -25°C). La soluzione? Acquistare, anche nella grande distribuzione, gli additivi: basta immetterne un po' nel serbatoio, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione, per prevenire il gasolio ghiacciato. Non aggiungete invece per nessun motivo la benzina, come un tempo si usava fare: rischiereste di danneggiare gravemente il motore. 

Se invece vi trovaste in montagna per un weekend o per una gita sulla neve, e vi doveste imbattere in temperature decisamente rigide senza riuscire a mettere in moto la vostra auto, potete scaldare la zona provocando lo scioglimento del blocco, a patto di non utilizzare fiamme libere o carburanti: sarà sufficiente passare sulle tubazioni l'aria calda del phon, oppure un panno imbevuto d'acqua bollente. Inoltre, potete smontare il filtro e tenerlo tra le mani per scaldarlo. Operazioni semplici, alla portata di tutti. Per riuscire a riaccendere l'auto anche quando avrete fatto conoscenza dell'antipatico gasolio ghiacciato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gasolio ghiacciato: come evitare questo spiacevole inconveniente

MonzaToday è in caricamento