Partner

Efficienza energetica: la cura della casa passa dalle finestre

Scopri come migliorare i consumi della tua dimora scegliendo i serramenti giusti

Quando si ristruttura o si acquista una nuova abitazione, la scelta dei serramenti è una delle decisioni più importanti e delicate di tutto il processo di acquisto. La ragione risiede nel fatto che gli infissi influenzano in maniera importante la classe energetica ed il comfort dell’intera struttura.

Le statistiche affermano che i serramenti sono fautori di una dispersione energetica che va dal 25 al 40%.
Quindi cosa si può fare per ottenere una casa votata al risparmio energetico e, come diretta conseguenza, ecosostenibile? La risposta è: installare finestre e serramenti ad alte prestazioni.

Quale materiale scegliere per i serramenti?

Gli infissi influenzano in maniera importante i consumi energetici delle abitazioni; la scelta di prodotti di scarsa qualità, realizzati in materiali ad alta conducibilità termica causano irrimediabilmente un’alta dispersione di calore, che si traduce in temperature basse in inverno e temperature alte in estate.
La posa degli infissi è un altro elemento fondamentale per ottenere delle buone prestazioni: le statistiche indicano infatti che una cattiva posa causa una dispersione termica del 70%.

Ma quali sono i materiali da privilegiare durante la scelta delle nuove finestre?

PVC, legno e alluminio sono i materiali più adeguati alla produzione di infissi ad alte performance energetiche, unendo un’elevata efficienza ad un ottimo isolamento acustico e alla quasi assenza di manutenzione.

Nel dettaglio il PVC offre una conducibilità termica decisamente bassa la quale consente di mantenere costante la temperatura interna minimizzandone le dispersioni energetiche. Richiede una manutenzione decisamente inferiore rispetto alla controparte in legno ed offre un’altissima resistenza alle escursioni termiche, il tutto mantenendo un prezzo molto più contenuto. In ultimo, ma non per importanza in termini di sicurezza, è ignifugo.

Il legno inveceda sempre il serramento per tradizione, pur nascendo con verniciature molto resistenti, necessita di manutenzione se fortemente esposto ai raggi solari e alla pioggia. Si può minimizzare la manutenzione utilizzando finestre realizzate in legno ma con una parte esterna in alluminio, prodotto di prestigio che unisce tradizione e tecnologia.

Non esiste un serramento migliore o peggiore esiste la giusta scelta per ogni abitazione e per ogni gusto personale.

Gli incentivi per le vostre finestre sul mondo 

La sostituzione degli infissi è una delle voci di spesa più importanti durante la ristrutturazione o l’acquisto di una casa, fortunatamente però sono previsti diversi ecoincentivi erogati direttamente dallo stato:

  • Ecobonus: la sostituzione degli infissi consente l’accesso all’Ecobonus statale, una detrazione fiscale che va a coprire fino al 50% della spesa, fissa il limite di intervento a 60 mila euro per ciascuna unità immobiliare ed è ottenibile tramite una detrazione IRPEF sfruttabile attraverso 10 aliquote di pari importo. Ottenibile solamente per edifici di qualsiasi genere a patto che siano già esistenti, a condizione che nel locale in oggetto sia presente un impianto di riscaldamento.
     
  • ?Bonus ristrutturazioni infissi: Quest’agevolazione fiscale risulta essere leggermente più semplice da ottenere. Il vincolo che il locale sia riscaldato e i requisiti dell’isolamento termico sono meno stringenti consentendo più possibilità di scelta. La detrazione è destinata ad interventi di manutenzione straordinaria limitati ad edifici abitativi, tra cui la “sostituzione degli infissi esterni o serramenti o persiane con serrande e con modifica di materiale o tipologia di infisso”. Anche in questo caso la detrazione massima è del 50% su un massimo di 96 mila euro, con la richiesta che le nuove finestre abbiano caratteristiche differenti rispetto alle precedenti ed è prevista una detrazione ripartita in 10 quote annuali, equamente suddivise.
     
  • Superbonus 110%: il Superbonus è l’ultima detrazione introdotta e risulta essere quella più interessante, per via dell’elevata percentuale e la possibilità di accesso. La sostituzione degli infissi risulta essere un intervento che rientra tra i “trainati” ossia quei lavori da svolgere in abbinamento a quelli di miglioramento energetico, cosiddetti “trainanti”. Il vincolo è la dimostrazione del miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio.

L’importanza di rivolgersi a dei professionisti

Come abbiamo visto, uno degli elementi fondamentali dell’installazione degli infissi è proprio la posa, che fa la differenza tra un buon e un cattivo isolamento energetico. Per questa ragione è necessario rivolgersi a professionisti del settore, che sappiano consigliare i materiali più adeguati in base all’abitazione ed eseguire il lavoro in modo magistrale. Professionisti come lo staff di Explorer Serramenti che seguendo la politica delle “3D” ossia: Determinazione, Dedizione e Disciplina, saranno in grado di consigliarvi al meglio per far sì che la vostra finestra sul mondo sia sempre la migliore.

Per una casa più efficiente, accogliente e alla moda potete consultare il loro sito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Efficienza energetica: la cura della casa passa dalle finestre

MonzaToday è in caricamento