Alessia Mosca: lavoro, donne e trasparenza per il nuovo Parlamento

La deputata del Pd, già eletta nel 2008, si presenta agli elettori per chiedere un nuovo mandato: "Finalmente oggi si guarda con maggiore attenzione e all'attività realmente svolta durante i cinque anni

La deputata PD Alessia Mosca

MONZA - Tre domande ad Alessia Mosca. Monzese,  classe 1975,  si presenta alle primarie del Pd per chiedere un secondo mandato parlamentare.  Assieme alla deputata azzurra Lella Golfo, è relatrice della legge Golfo-Mosca sulle pari opportunità.

PRIMARIE PD E SEL: I CANDIDATI

1) Monti ha proposto la sua agenda. Quali sono a suo giudizio le questioni più importanti per l'Italia, e quali le sue priorità per il territorio in caso di elezione?

La priorità più urgente e importante è, in realtà, tema da sempre al centro del programma del Partito democratico: il lavoro. Migliori condizioni di lavoro per chi ha già un’occupazione ma soprattutto nuove idee e una diversa programmazione degli investimenti che consentano di lavorare alle tantissime persone preparate eppure disoccupate, soprattutto nelle cosiddette “fasce deboli”: le donne e i più giovani. E’ necessario riequilibrare il rigore con la crescita, ma non può esserci crescita senza un aumento di occupazione: trovare soluzioni a questo grave problema dovrà essere il primo impegno del prossimo governo. Credo che questa sia la priorità in tutta Italia e anche nel territorio di Monza e Brianza: strumenti per incentivare l’occupazione giovanile e per facilitare la gestione dei ritmi casa-lavoro per le donne.

2 ) Negli ultimi cinque anni il quadro politico è cambiato molto. Pensa che questa evoluzione si rifletterà nella composizione del nuovo parlamento?

Mi auguro di sì. Non è, ovviamente, una questione esclusivamente generazionale. Si tratta soprattutto di una più profonda richiesta di trasparenza e di una maggiore attenzione verso l’attività realmente svolta durante il proprio mandato parlamentare. Vorrei dire: finalmente. Nella legislatura appena conclusa c’è stato chi ha cercato di portare avanti il proprio lavoro con serietà e impegno, raggiungendo anche risultati importanti. Purtroppo gli scandali hanno occupato quasi la totalità della copertura mediatica e alle attività realizzate è stato dedicato poco tempo e poco spazio. Mi auguro che anche questo cambierà nella prossima legislatura.

3 ) Lei è già stata parlamentare: per quali motivi chiede agli elettori brianzoli un nuovo mandato ?

Sono stata deputata in una legislatura in cui il mio partito si trovava in una condizione di forte minoranza: questo ha reso molto difficile far sentire la nostra voce sugli argomenti all’ordine del giorno e soprattutto far passare i nostri temi. Nonostante questo, credo di aver contribuito ad avviare dei percorsi legislativi importanti, sul fronte dei giovani e delle donne in particolare. E’ stato solo il punto di partenza, mi piacerebbe lavorarci ancora e provare a portare in Italia esempi di buone pratiche che stanno ottenendo ottimi risultati in altri Paesi, sperando che il partito di cui faccio parte abbia, nella prossima legislatura, margini di intervento maggiori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento