Politica

Monza, tensione nel Fli: Anna Mancuso pensa alle dimissioni

La decisione arriverà dopo la riunione della dirigenza provinciale di questa sera. Dimissioni in massa in tutta Italia in polemica con le candidature al Parlamento: in Lombardia documento di dissenso firmato da 8 coordinatori provinciali

MONZA - Tensione all'interno del Fli in Lombardia in vista delle prossime elezioni politiche. Il motivo del contendere è la composizione delle liste per la tornata di febbraio. Dimissioni in massa dal partito di Fini e Bocchino in tutta Italia in polemica con le scelte della dirigenza di piazzare nelle liste figure distanti dalla base. 

Per questo motivo il coordinatore regionale Giuseppe Valditara ha rinunciato alla candidatura alla Camera, sostenuto da 8 coordinatori provinciali. "Ammiriamo la decisione di Valditara - scrivono in una nota i dirigenti - non condividendo i criteri utilizzati dalla dirigenza nazionale di Fli per la selezione candidati. Riteniamo che tale decisione sia in linea con un politica ispirata a serietà e coerenza politica".

MANCUSO - Tra le firme manca però quella di Anna Mancuso, coordinatrice provinciale per Monza e Brianza ormai molto distante dalle posizioni di Fini e Bocchino. Anche la monzese è in polemica con le scelte del gruppo dirigente: sta pensando alle dimissioni, ma la decisione non è ancora presa. "Sto valutando - spiega - Stasera (venerdì,ndr) ci sarà una riunione assieme alla direzione provinciale e deciderò.  FLI ha lavorato in una direzione diversa  da quella da cui eravamo partiti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza, tensione nel Fli: Anna Mancuso pensa alle dimissioni

MonzaToday è in caricamento