Legge di Stabilità, l'appello del Presidente Anci Lombardia Roberto Scanagatti

"I Comuni non sanno più dove tagliare, se non incidendo nella carne viva dei cittadini, soprattutto di quelli più deboli. Chiediamo a tutti, a cominciare dagli imprenditori di sostenere il nostro appello"

Roberto Scanagatti

"Bene l'impegno del Governo sulle riduzioni dei vincoli del patto ma con nuovi tagli alla spesa corrente chiudiamo".

Da parte del Presidente Anci Lombardia Roberto Scanagatti, sindaco di Monza, c'è apprezzamento per il lavoro fatto dal governo sulle prime ipotesi sui contenuti della Legge di Stabilità ma è presente anche forte preoccupazione.

Negli stessi istanti in cui il premier Renzi mercoledì mattina twittava "La differenza tra la finanziaria 2014 e quella 2015 è che ci sono 18 miliardi di tasse in meno. Tutto qui. #italiariparte" Scanagatti lanciava una sfida all'esecutivo.

"Apprezziamo lo sforzo che il Governo sta compiendo per ridurre i vincoli imposti dal patto di stabilità che può permettere ai Comuni di fare gli investimenti che servono, dalla difesa del territorio alla manutenzione delle scuole e delle strade, ma se le ipotesi di nuovi tagli dovessero diventare concrete non avremmo più alternative, dovremmo chiudere i Comuni".

"Dal 2010 a oggi, come molti sanno - continua il presidente di Anci Lombardia - i Comuni hanno contribuito al risanamento delle finanze pubbliche con 17 miliardi di euro, di cui 8 miliardi di tagli alla spesa corrente destinata ai servizi tutti i giorni erogati ai cittadini, dagli asili all'assistenza agli anziani al trasporto pubblico. I Comuni non sanno più dove tagliare, se non incidendo nella carne viva dei cittadini, soprattutto di quelli più deboli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appello rivolto da Scanagatti coinvolge il governo e gli imprenditori "perché senza gli investimenti che possono generare i Comuni per interventi utili ai cittadini e al territorio" spiega ancora il Presidente Anci Lombardia, "non c'è nessuna possibilità di rilanciare l'economia locale e nazionale. All'Europa va detto chiaramente che con il rigore non c'è nessuna possibilità di crescita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento