Recupero aree dismesse e sviluppo, nuovi provvedimenti in materia di urbanistica

Il consiglio comunale a Monza ha approvato due importanti provvedimenti. "Ora la palla è in mano ai privati" ha detto l'assessore Sassoli

La ex Pagnoni a Monza

Nuovi strumenti e nuovi provvedimenti per incentivare lo sviluppo territoriale della città e il recupero delle aree dismesse. 

Dopo l'approvazione della giunta anche il consiglio comunale si è espresso in merito ai nuovi strumenti messi a punto dall'amministrazione e ha approvato una “delibera quadro” che aggiorna le quote di contributo di costruzione e le riduzioni applicabili con l’obiettivo di aumentare l’attrattività del territorio.

L’obiettivo è rinnovare il patrimonio edilizio dismesso, incentivando l’efficientamento energetico e sostenendo le attività commerciali di vicinato. Un secondo provvedimento introduce incentivi per ridurre i tempi di recupero delle aree dismesse soggette a Piano Attuativo o a permesso di costruire convenzionato: è prevista, in particolare, una riduzione del 25% sugli oneri di urbanizzazione già scontati in base alla delibera quadro nel caso in cui l’operatore si impegni a realizzare interventi privati e pubblici in tempi minori di quelli previsti dalla legge.

“Sono molto soddisfatta di questo risultato, sia a titolo amministrativo che personale - ha spiegato l’Assessore allo Sviluppo del territorio Martina Sassoli - Ho sempre creduto, infatti, che pubblico e privato debbano lavorare fianco a fianco e non su fronti contrapposti: soprattutto in questa fase di incertezza economica, il Comune ha il dovere di essere al fianco di chi investe”.

“In soli tre mesi dalla istituzione del Tavolo per lo sviluppo di Monza, siamo riusciti a dare vita alle quattro azioni amministrative più significative che il mercato aspettava – prosegue Sassoli - Come è stato detto in aula, si tratta di un provvedimento di buon senso, con cui il Comune accetta la sfida di premiare e gli interventi di qualità eliminando i tempi morti e velocizzando gli iter burocratici”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La votazione di ieri sera è senza dubbio un segnale fortissimo che il Comune di Monza sta dando agli operatori e agli investitori privati, attraverso i forti incentivi economici che abbiamo voluto riconoscere sul fronte degli investimenti per noi più importanti: efficientamento energetico, attività produttive, commercio di vicinato, recupero delle aree dismesse, creazione di posti di lavoro sono per noi gli obiettivi insindacabili per un rilancio vero della città. Ora la palla è in mano ai privati che, da oggi, sanno di poter contare su un Comune che vuole essere al loro fianco nel disegnare il futuro della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Pizza e cocaina nel locale, tre arresti dei carabinieri a Giussano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento