Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica Seregno

'Ndrangheta e arresti, a Seregno dopo la bufera Mariani annuncia le dimissioni della Lega

L'annuncio

Dimissioni. Questa la scelta fatta dal vicesindaco di Seregno Giacinto Mariani e da tutto il gruppo della Lega Nord. Ad annunciare la decisione di lasciare l'amministrazione della città è stato lo stesso Mariani, colui dal quale, secondo quanto emerso dall'inchiesta della Procura di Monza e della Dda di Milano, è partita l'indagine che ha portato alla luce presunte pressioni esterne da parte di un imprenditore vicino ad ambienti e personalità legate alla criminalità organizzata che in cambio di voti e appoggio per le elezioni del 2015 avrebbe ottenuto dal sindaco Mazza il cambio di destinazione dell'ex area Dell'Orto per la realizzazione di un supermercato.

L'annuncio delle dimissioni è arrivato mercoledì sera ad Albiate dove la Lega Nord ha tenuto un incontro pubblico sul referendum per l'Autonnomia in programma il prossimo 22 ottobre. 

"Siamo in famiglia, siamo la Lega. E' ventiquattro anni che milito nella Lega: sono seduto in consiglio comunale e sono assessore. Dieci anni da sindaco e due anni e qualche mese da vicesindaco. La Lega, senza se e senza ma, è contro la ‘ndrangheta e quando ho visto che qualcosa non andava ho fatto degli esposti" ha spiegato Mariani di fronte al pubblico che lo ha accolto con applausi.

"Immagino che verremo addittati come 'mafiosi' e 'schifosi', tutto quello che noi della Lega Nord non siamo e per questo motivo abbiamo deciso di presentare le dimissioni per prendere le distanze seriamente e serenamente da ogni tipo di infiltrazione a cui noi siamo estranei" ha aggiunto l'ex vicesindaco.

Nella mattinata di giovedì il vicesindaco e tutto il guppo della Leg Nord protocollerà le dimissioni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ndrangheta e arresti, a Seregno dopo la bufera Mariani annuncia le dimissioni della Lega

MonzaToday è in caricamento