Politica

Il Pd brianzolo contro Allevi: "Azzeri la giunta"

Ponti e Guerriero durissimi: "E' in gioco l'onorabilità e la credibilità dell'istituzione, della provincia che noi tutti rappresentiamo". Le reazioni ai mandati d'arresto per Antonino Brambilla e Massimo Ponzoni

Dopo il mandato d'arresto spiccato contro il consigliere regionale Ponzoni e il vicepresidente provinciale Brambilla, il Partito democratico brianzolo è netto: "Dario Allevi azzeri la giunta provinciale".

Secondo il segretario provinciale Gigi Ponti e il capogruppo Domenico Guerriero, "Sono in gioco l'onorabilità e la credibilità di tutto l'ente. Occorre capire come mantenere al di sopra di ogni sospetto la provincia che tutti insieme rappresentiamo".

ALTRE REAZIONI

UDC - Gianmarco Quadrini, capogruppo in regione Lombardia, ha affermato: "Una situazione sgradevole e ampiamente prevista, che impone una seria riflessione all'interno di questa maggioranza. Occorrerebbe un atto di coraggio da parte del presidente Formigoni teso a unire tutte le forze responsabili che siedono al Pirellone con l'obiettivo di traghettarci in modo responsabile e proficuo alla fine di questa zoppicante legislatura". Per Quadrini, dunque, ci sarebbe bisogno di un governo unitario sul modello del governo Monti.

SINISTRA E LIBERTA' - Chiara Cremonesi, capogruppo in regione Lombardia, chiede che Formigoni ammetta "il pesante problema politico della sua maggioranza. Nascondersi dietro il paravento delle responsabilità personali, come il mese scorso con Nicoli Cristiani, risulterebbe intollerabile, considerando anche che della pellicano sono stati soci anche l'assessore Massimo Buscemi, l'ex assessore Giorgio Pozzi e la moglie di Abelli già finita in carcere per la vicenda della bonifica di Santa Giulia". La Cremonesi e il collega di partito Giulio Cavalli chiedono inoltre le dimissioni di Formigoni e nuove elezioni.

PD - Maurizio Martina, consigliere regionale e coordinatore regionale del partito, parla di "problema di credibilità per il centro-destra". Secondo Martina, "bisogna rinnovare l'istituzione regionale tornando a fare esprimere i cittadini. Occorre approvare una nuova legge elettorale senza più listini bloccati e andare al voto al più presto. Pd, Sel e Pensionati nell'estate 2010 chiesero con una mozione a Ponzoni di dimettersi dall'ufficio di presidenza, ma Pdl e Lega bocciarono la mozione a voto palese".

FLI - Anna Mancuso, coordinatrice provinciale di Futuro e Libertà per l'Italia a Monza, sostiene in una intervista a MonzaToday che "Fli ha sposato in assoluto la caausa della legalità, fin dal manifesto programmatico. Se ci sono 'infiltrazioni' di illegalità, è colpa anche di chi ha lasciato aperte le porte".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd brianzolo contro Allevi: "Azzeri la giunta"

MonzaToday è in caricamento