Dopo il via libera del governo, l'Autodromo si prepara al futuro

Il Senato ha dato il via libera all'emendamento "salva Gp" nel testo del decreto Enti locali. Il presidente Sias Dell'Orto: "Ora si potrà concretamente valorizzare il rilancio dell'Autodromo Nazionale di Monza"

L'Autodromo di Monza

A un mese di distanza dal prossimo Gran Premio d'Italia e dall'incontro cruciale con Ecclestone per discutere il rinnovo del contratto per il circus e scongiurare il trasferimento della tappa brianzola dal governo arriva il tanto atteso via libera all'invetimento di Regione Lombardia.

Dopo mesi di battaglia il Senato ha dato l'ok alla defiscalizzazione dell'entrata della Regione nel comparto del Parco, della Villa Reale e dell'Autodromo, permettendo così a Regione Lombardia di investire nello sviluppo delle strutture e nei progetti 20 milioni di euro liberi da impedimenti burocratici.

Dopo l'entusiasmo manifestato da più parti del mondo politico e il duro lavoro dei parlamentari del territorio, in Autodromo si guarda avanti e si pensa concretamente al futuro.

“E’ un segnale importante che indica la volontà del Governo di garantire la continuità e la prosecuzione della storia futura del Gran Premio d’Italia” ha dichiarato il preseidente AC Milano Ivan Capelli.

“Già dai prossimi giorni - ha spiegato il presidente Sias Andre Dell’Orto - incontreremo i sindaci dei Comuni di Milano e Monza per cominciare a definire i dettagli dell’ingresso di Regione Lombardia nel comparto del Parco/Autodromo di Monza. Un lavoro che durerà l’intero mese di agosto e consentirà all’Autodromo di meglio accogliere a settembre il Gran Premio d’Italia e continuare le trattative per il rinnovo del contratto con Bernie Ecclestone”.

Mentre da un lato prosegue la raccolta firme per salvare il Gran Premio di Monza con una mobilitazione che, partita da Expo su iniziativa della Regione, ha sensibilizzato migliaia di visitatori e turisti da tutto il mondo ai tavoli istituzionali si lavora sui numeri e sui progetti che con i 20 milioni di euro in arrivo da Regione Lombardia sarà più semplice realizzare.

Nonostante il risultato ottenuto a Palazzo Madama sia prima una vittoria di tutto il territorio brianzolo e non di colore politico non sono mancate le polemiche di parte: "Incredibile che La lega si prenda meriti che non ha" ha commentato il capogruppo del Partito Democratico in Regione Enrico Brambilla. "In queste settimane ha portato avanti polemiche pretestuose con il solo scopo di mettere una bandierina sul Gran premio di Monza. Se oggi, nel decreto enti locali, é inserita la norma per la defiscalizzazione per l’ ingresso di Regione Lombardia nel consorzio del parco di Monza é solo merito del lavoro serio e concreto del Governo e dei deputati del Partito democratico che, senza fare battaglie ideologiche, hanno fatto sì che si arrivasse ad un risultato positivo".

"Servono i fatti, non gli slogan” ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento