Politica Centro Storico / Piazza Trento Trieste

Bilancio Partecipativo, 250 idee avanzate e sostenute dai cittadini per migliorare Monza

Si è chiusa la fase II del progetto che chiama in causa direttamente i monzesi per migliorare la città: il prossimo passo è la valutazione della fattibilità tecnica dei progetti e la votazione finale

Sono stati oltre 1300 i cittadini che hanno sostenuto le idee per migliorare Monza aderendo al progetto avviato dall'amministrazione Scanagatti del Bilancio Partecipativo.

L'iter per realizzare interventi nei 10 quartieri della città con un finanziamento di 80mila euro a zona a servizio dei progetti proposti e votati dai cittadini è giunto ormai alla sua fase conclusiva dopo il termine destinato al sostegno online e presso i centri civici delle proposte.

Sul sito dedicato e nei locali adibiti i monzesi hanno scelto quali idee sostenere e far approdare allo step successivo in cui una commissione tecnica valuterà la fattibilità dei progetti che i residenti vorrebbero realizzati in città.

Soddisfazione massima per il successo che l'iniziativa ha riscontrato l'ha espressa l'assessore alla Partecipazione Egidio Longoni che ha presentato la graduatoria delle prime 50 idee suddivise per quartiere.

Tra le idee più supportate per il quartiere Cederna/Cantalupo c'è un progetto educativo per le scuole o ancora la realizzazione di un polo culturale musicale, per il centro/San Gerardo in vetta i cittadini hanno posizionato la riqualificazione di piazza Cambiaghi e una ciclabile Villasanta-Monza. Seguono per il quartiere Libertà una Marching Band alla scuola Anzani, i giochi per i disabili nei parchetti della zona Regina Pacis/ San Donato, il progetto di un punto biblioteca a Sant'Albino insieme a una ciclabile e ancora la riqualificazione delle aree verdi esistenti a San Biagio/Cazzaniga. Per il quartiere San Giuseppe la priorità resta un collegamento ciclabile di tutta l'area e verso Sesto San Giovanni e ancora alcuni sottopassi a San Rocco e un centro Intercultura. 

Tra dicembre e gennaio saranno chiamati di nuovo in causa i cittadini che dovranno votare e scegliere definitivamente quale progetto finanziare e realizzare. 

L'assessore Longoni guarda anche al futuro e ha anticipato che anche per il 2015 verranno messe a disposizione risorse per dare continuità all'iniziativa. "La partecipazione resta sempre al primo posto e sarà sempre di più un caposaldo di questo mandato amministrativo" ha consluso Longoni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio Partecipativo, 250 idee avanzate e sostenute dai cittadini per migliorare Monza

MonzaToday è in caricamento