Bilancio Partecipativo, Monza cambia volto grazie ai cittadini: i progetti al voto

Fino al 29 marzo è possibile votare online o attraverso i seggi itineranti predisposti i 62 progetti avanzati dai cittadini per migliorare la città

Votazioni aperte fino al 29 marzo

Delle 232 idee avanzate dai cittadini per migliorare la città di Monza 62 si sono trasformate in progetti. 

Solo alcuni di questi disegni di intervento, predisposti e pensati per ogni quartiere da chi a Monza vive, diventeranno realtà. E' partita infatti la fase finale di votazione del Bilancio Partecipativo che dal 1 al 29 marzo 2015 raccoglierà le preferenze dei cittadini rispetto alle 62 proposte per passare poi alla decisione finale che decreterà in quali progetti investire gli 800mila euro, 80mila per quartiere, messi a disposizione dall'amministrazione Scanagatti.

"Le risorse ci sono e le cifre sono già a disposizione" ha assicurato l'assessore alla Partecipazione Egidio Longoni "Il patto che abbiamo stretto con i cittadini attraverso questa iniziativa prevede che i progetti siano finanziati e vengano realizzati". 

E così sarà fatto. L'obiettivo è puntare al massimo coinvolgimento della cittadinanza per centrare l'intento di rendere protagonisti i cittadini: si può votare online attraverso la piattaforma BiPart dove registrandosi, con il nome, cognome, codice fiscale e numero di carta di identità, il sistema abiliterà l'utente al voto con un semplice sms, oppure attraverso i seggi itineranti allestiti in varie zone della città, tra cui i centri civici o i mercati rionali, dove sarà possibile votare anche attraverso una scheda cartacea.

Possono partecipare tutti i cittadini residenti a Monza che abbiano compiuto i 16 anni di età: non c'è un limite di proposte da selezionare ma si può votare una sola volta. 

L'amministrazione ha pensato anche di organizzare due iniziative di confronto e apertura alla cittadinanza all'interno delle quali dare spazio alla votazione e al Bilancio Partecipativo: il primo appuntamento è previsto per il 19 marzo all'Urban Center quando in serata si terrà il Rapporto alla Città mentre il secondo vede il Municipio protagonista con l'iniziativa "Comune Aperto" nel pomeriggio di sabato 21 marzo.

"Al momento abbiamo già raggiunto quota 300 voti online e altrettante preferenze sono state raccolte con le schede cartacee nei vari seggi itineranti allestiti" ha spiegato l'assessore Longoni. 

Gli esiti delle votazioni e il progetto che per ogni quartiere avrà riscosso più preferenze verranno resi noti tra metà aprile e inizio maggio: per ogni zona sono a disposizione 80mila euro, 60mila da investire in opere pubbliche e 20mila euro in servizi per la comunità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, impennata di contagi in un giorno in Brianza: i numeri a Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento