Cani e gatti sepolti nella stessa tomba dei loro padroni: in Lombardia si può

Lo ha deciso il consiglio regionale nella giornata di martedì 19 febbraio: i dettagli

Immagine repertorio

Da martedì 19 febbraio la Lombardia sarà la prima Regione italiana a consentire la sepoltura degli animali d'affezione, tra cui cani e gatti, insieme e vicino ai loro proprietari. La novità è contenuta nella riforma dei servizi cimiteriali che viene votata dal consiglio regionale proprio martedì.

La proposta di consentire la sepoltura, avanzata da Forza Italia, è stata già approvata in commissione con i voti non soltanto della maggioranza di centro-destra ma anche del Movimento 5 Stelle. E' quindi facile prevedere che l'approvazione sarà replicata anche in consiglio.

La sepoltura "comune" prevede, come condizione, che l'animale venga cremato e che i suoi resti siano riposti in una teca separata dalla tomba del proprietario; inoltre esclude la possibilità di affiancare l'animale al proprietario nelle sepolture a terra, mentre la consente nei loculi e, ovviamente, nelle tombe di famiglia.

Il Partito Democratico si è dichiarato contrario alla proposta perché, a suo dire, complicherebbe la gestione dei cimiteri. Sarebbe invece d'accordo nel prevedere aree riservate agli animali nei cimiteri "umani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento